RUGBY ECCELLENZA Una bomba esplosa di proporzioni catastrofiche, le dimissioni annunciate dal presidente Francesco Zambelli diventano un caso politico. Martedì 16 gennaio Cda in viale Alfieri, il patron non ci ripensa

Tifosi rossoblù e politici a sostegno del presidente 

A sinistra Emanuela Munerato premia con il presidente Francesco Zambelli Alberto Chillon man of the match, in basso a destra Diego Crivellari, sopra l'ironia dei tifosi sulle buche nella vecchia palestra del Battaglini
Tra ville e giardini 2018

Questa volta fa sul serio il presidente Francesco Zambelli, la misura è colma. Tifosi scatenati sui social tutti a sostegno del numero uno di viale Alfieri che ha saputo negli anni farsi apprezzare, anche quando ha preso decisioni impopolari. La passione smisurata per i colori rossoblù è incontestabile, la guerra con il Comune di Rovigo per la questione stadio Battaglini è legittima. Anche la senatrice Emanuela Munerato, il e l’onorevole Diego Crivellari intervengono sulla vicenda.

leggi l’articolo sulla palestra dei Bersaglieri 
leggi l’articolo sulla condizioni del Battaglini
leggi le dichiarazioni di Paulon e Saccardin
leggi l’articolo sulle dimissioni di Zambelli
leggi l’articolo sul sostegno della Lista Menon


Rovigo - Quando si consegna uno stadio obsoleto a titolo gratuito, ma senza l’agibilità completa, costringendo una società a dei lavori di manutenzione straordinaria, bisognerebbe solo ringraziare e sperare che il presidente Francesco Zambelli sia sempre in buona salute. Invece no, la polemica scoppiata in questi giorni dopo il servizio del nostro giornale (LEGGI ARTICOLO) sullo stato della palestra attuale, e i ritardi sulla consegna di quella nuova (LEGGI ARTICOLO) hanno prodotto una reazione giustificata da parte del patron dei Bersaglieri (LEGGI ARTICOLO). Quattro finali scudetto consecutive, una vinta nel 2016 nel tripudio generale (LEGGI ARTICOLO), investimenti da capogiro non solo sul parco giocatori, tutto inutile. Dopo le dure dichiarazioni degli assessori Paulon e Saccardin il numero uno di viale Alfieri ha deciso di dire basta. Oltre 150 mila euro spesi per il Battaglini non sono stati sufficienti, 900 mila euro di contributi per lo stadio grazie alla Regione Veneto e alla Fondazione Cariparo disponibili da un pezzo, ma il Comune incredibilmente è riuscito a perdere tempo. 

“Martedì 16 gennaio avremo il Cda della Rugby Rovigo Delta - spiega il vicepresidente Nicola Azzi - se Zambelli confermerà la volontà espressa in queste ore di mollare, e spero vivamente che ci ripensi, dovremo convocare una assemblea dei soci”. Di fatto martedì 16 gennaio Zambelli scioglierà la riserva delle dimissioni già annunciate in estate (ma già lunedì probabilmente farà una comunicazione ufficiale), passando il testimone al suo vice, l’architetto Nicola Azzi, almeno fino a nuove elezioni.

“La prossima settimana faremo una conferenza stampa itinerante - spiega Azzi - vi mostreremo tutto quello che abbiamo realizzato e i lavori che abbiamo sostenuto per il bene della società, dei tifosi, e dello stadio Battaglini. Lavori di cui ci siamo fatti carico a nostre spese. Zero contributi, anzi. Prima di Natale abbiamo sollecitato più volte il Comune sulla questione della nuova palestra, nessuna risposta”. Incredibilmente sono arrivate dopo l’uscita degli articoli sui giornali.

“Abbiamo avuto un problema con le docce degli spogliatoi - continua Azzi - quello dove si lavano anche gli ospiti e gli arbitri per intenderci. Quando la utilizzavano tutti in contemporanea non arrivava acqua calda, dopo aver chiamato il Comune il tecnico ha verificato solo due docce, non pensando che una squadra di rugby è formata da più elementi. Siamo stati costretti a pagare noi l’intervento, perchè è una forma di rispetto nei confronti di chi arriva al Battaglini”.

Sui social nelle ultime 24 ore i tifosi si sono scatenati. Tutti ovviamente a favore del patron Francesco Zambelli e contro il Comune di Rovigo, addirittura c’è chi gli consiglia di candidarsi alle prossime elezioni con una lista propria.  Divampa anche l’ironia, sul gruppo facebook dei tifosi “Moromanina te sàeuda! #siafattalalorovolontà” è spuntata una fotocomposizione con un ballerino di danza classica con la maglia rossoblù, il chiaro riferimento è alle piastrelle della nuova palestra sotto la tribuna Quaglio e sulle buche di quella vecchia.

Da sempre vicina al presidente Zambelli, la senatrice Emanuela Munerato “Sono sempre stata dalla parte di Zambelli, dobbiamo essere orgogliosi del nostro presidente, non solo per gli investimenti che ha fatto. Ha riportato il titolo tricolore a Rovigo dopo mezzo secolo, siamo vice campioni d’italia, bisogna fare un sacrifico per dargli una mano, a lamentarsi dell’amministrazione comunale ha tutte le ragioni di questo mondo. Gli era stato promesso un intervento in tempi rapidi, invece. I Bersaglieri sono l’orgoglio del nostro territorio, un indotto non indifferente per la città, non è un fatto puramente sportivo, ma culturale. Troppo facile farsi vedere allo stadio Battaglini nelle partite più importanti per farsi fotografare vicino al presidente Zambelli, oppure andare in mezzo ai tifosi. Il presidente Zambelli ha bisogno di un vero sostegno, non di continui ostacoli e mancanze di rispetto. Nello sport si dovrebbe andare tutti nella stessa direzione, Zambelli insegue un sogno, mi sento di dire che tutto il Polesine è con lui. Una vergogna che in due anni e mezzo di amministrazione Bergamin siamo arrivati a tanto. E se non ce la prendiamo con il sindaco, inutile prendersela con l’assessore che ha scelto lui e di cui risponde lui”.   

Reazioni politiche che non sono mancate, sconcertato l’onorevole Diego Crivellari, tra i firmatari dell’interrogazione parlamentare sulla questione dei conti della Federazione (LEGGI ARTICOLO) “Una brutta vicenda, una tegola per la città, a fronte di quello che si è letto Zambelli giustamente si è sentito esasperato, quesa città vive per la palla ovale, il presidente ha messo di tutto è di più per mantenere certi livelli la squadra, sentirsi accusato di rompere le strutture dall’amministrazione comunale è assurdo. Un altro risultato negativo per l’amministrazione Bergamin, come la questione del Delta Rovigo LEGGI ARTICOLO (ora ritornato a Porto Tolle, ndr), è stata gestita malamente. Quando un sindaco invita i cittadini ad insultare i Visentini (LEGGI ARTICOLO), francamente non so cosa altro aggiungere, sono barbarie. Per la questione rugby mi sembra che che l’attuale amministrazione abbia una forma di autolesionismo, non saprei neppure cosa accadrà se Zambelli lasciasse visto l’attuale contesto economico. Presidente dei Bersaglieri che non ci ha messo solo i soldi, ma anche una grande passione che trasmette a tutti, l’amministrazione comunale ha fatto una figuraccia bis, una vicenda grave”.

Giorgio Achilli

 

 

 

13 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Separati in casa

    RUGBY ECCELLENZA Malumori ed incomprensioni, due head coach, un equivoco da chiarire in fretta. FemiCz Rovigo che dopo una settimana di lavoro ha un solo allenatore: Joe McDonnell per tre-quarti e mischia

  • Sesso a cielo aperto ed eternit

    INTERPORTO ROVIGO Parlare di degrado è riduttivo, è uno scandalo alla luce del sole e nessuno fa nulla. Appostamenti per fare sesso e rifiuti di ogni genere e tipo

  • Il Bronx in città, gli italiani hanno paura 

    DEGRADO ROVIGO Silvia Menon dà voce al caso che si verificando in via Don Minzoni. L’aiuto viene chiesto da un cittadino: abitazioni abbandonate sono occupate abusivamente da stranieri. Schiamazzi e litigi, ma anche pestaggi 

  • Grave perdita per la comunità arquatese 

    LUTTO ARQUA’ POLESINE (ROVIGO) Si è spento Ruggero Sichirollo, ex consigliere, attore e imprenditore del paese. Venerdì 20 alle ore 11 i funerali

  • La febbre per CR7 arriva al Battaglini

    RUGBY ECCELLENZA Umberto Casellato, direttore sportivo della FemiCz Rovigo, mercoledì 18 luglio si aggirava al campo con la maglia di Ronaldo 

  • Un dono importante per una disciplina in crescita

    SPORT VILLADOSE (ROVIGO) Inaugurata nel Palasport di Villadose (Ro), la nuova parete per arrampicata, l’unica presente nella provincia  

  • “Troppi incidenti sul viale pericoloso”

    FRAZIONI ROVIGO Il consigliere comunale Mattia Moretto chiede che si intervenga al più presto in via Ippolito Nievo per migliorare la sicurezza stradale al fine di preservare l’incolumità dei cittadini e il decoro del territorio