RUGBY ROVIGO Luciano Berger era stato dirigente di spicco dei Bersaglieri, ci ha lasciato all’età di 86 anni. Tra gli anni ’80 e ’90 era stato anche vicepresidente

E’ morto Luciano Berger, lutto rossoblù

Luciano Berger
TedxRovigo

Luciano Berger, storico dirigente della Rugby Rovigo, si è spento il 19 gennaio all'età di 86 anni. Le esequie si terranno lunedì 22 gennaio alle ore 15 alla Chiesa della Commenda in Piazza “F.lli Cervi”.


Rovigo - Luciano Berger è stato un dirigente di spicco della Rugby Rovigo per un lungo periodo, in particolare a cavallo tra gli anni '80 e '90 quando ricoprì per diverse stagioni l'incarico di vicepresidente. Era questo il suo incarico quando la Cz Cagnoni Rovigo, dopo un digiuno di 12 anni, conquistò lo scudetto nella finale del Flaminio a Roma nel 1988. 

Il suo è sempre stato un contributo da grande appassionato che faceva affidamento sul buon senso. Ha lavorato per anni come geometra presso il Genio Civile e il suo impegno all'interno della dirigenza rossoblù è stato rivolto principalmente a questioni tecnico-amministrative occupandosi dello stadio (è dei primi anni '90 la realizzazione dell'attuale tribuna Quaglio) e di bilanci. 

La sua vita, purtroppo, è stata segnata dalla tragedia dell'improvvisa morte del figlio Mauro, che con lui divideva la passione per il rugby tanto da diventare arbitro. La società rossoblù esprime le più sincere condoglianze alla famiglia Berger, alla moglie Luciana e alle figlie Isabella ed Ilaria.

Roberto Roversi

 

 

 

19 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018