TEATRO SOCIALE ROVIGO Presentata la Stagione 2018. Spelbound Contemporary Ballet, il balletto nazionale di Sofia, la Fabula Saltica e altre compagini in scena 

Danza tra tradizione e innovazione 

Spelbound Contemporary Ballet foto di Cristiano Castaldi
Spelbound Contemporary Ballet foto di Alessio Amato
Baccaglini VW locator

Quest’anno la stagione di danza apre gli orizzonti: oltre al balletto a Teatro Sociale, previsti appuntamenti di danza contemporanea tra il Tempio della Rotonda, nella Sala Oliva dell’Accademia e nel cortile di Palazzo Roverella. Si comincia il 4 febbraio con “Rossini Ouvertures”



Rovigo – Si alza il sipario sulla Stagione di Danza del Teatro Sociale con sette spettacoli, divisi in due momenti: uno più tradizionale al Teatro Sociale e uno più innovativo “Contempraneamente -Site specific”, che toccherà più location. A dare il via al cartellone sarà domenica 4 febbraio il Spelbound Contemporary Ballet con “Rossini Ouvertures” 

“Dopo le Stagioni di Lirica e Prosa, siamo felici di presentare la Danza – spiega l'assessore alla cultura Alessandra Sguotti – Abbiamo voluto fare una scommessa, realizzando un calendario di sette appuntamenti che coinvolgono il teatro ma anche luoghi della città ricchi di fascino e storia, che in questo modo vengono ulteriormente valorizzati. Crediamo nella cultura e, nonostante le difficoltà, l'abbiamo messa al centro di tanti nostri obiettivi. Abbiamo bisogno del sostegno della città, che fino ad ora non è mancato, per questo aspettiamo tutti anche alla danza”.

La Stagione 2018, come ha spiegato il direttore artistico Claudio Ronda, si basa su tradizione e innovazione. Tradizione con un grande repertorio classico e innovazione con la rassegna “Contemporaneamente”, sempre con un occhio attento ai giovani emergenti, ma in un'ottica di contemporaneità. “È un genere importante – commenta Ronda – che ci mette a confronto con le tematiche di oggi per fissare un momento di riflessione e confronto”. 

Il via è il 4 febbraio, alle 16, con Rossini Overtures, un omaggio a Rossini con uno spettacolo dinamico ed energico, il secondo appuntamento è il 3 marzo con Don Chisciotte, balletto di repertorio classico con grandi interpreti e il terzo vede Cenerentola in prima nazionale. Si tratta di una rivisitazione in chiave moderna, senza perdere gli elementi essenziali che la caratterizzano. La rassegna Contemporaneamente apre invece, la danza agli spazi della città, ed è pensato come un viaggio alla scoperta dei luoghi, dove tempo, spazio e corpo sono gli elementi d'unione. La Stagione di Danza è realizzata in collaborazione con Ente Rovigo Festival.

Di seguito, il cartellone della Stagione di Danza 2018.

Domenica 4 febbraio, alle 16, in scena la Spelbound Contemporary Ballet con “Rossini  Ouvertures”. Danzatori: Fabio Cavallo, Alice Colombo, Maria Cossu, Giovanni La Rocca, Mario Laterza, Giuliana Mele, Caterina Politi, Giacomo Todeschi, Serena Zaccagnini. Coreografia e regia di Mauro Astolfi; musiche di Gioachino Rossini; disegno e luci di Marco Policastro; set concept di Mauro Astolfi e Marco Policastro; realizzazione scene di Filippo Mancini; costume Verdiana Angelucci; assistente coreografa Alessandra Chirulli; direttore artistico Mauro Astolfi e direttore generale Valentina Marini. 

Sabato 3 marzo, alle 21 in scena il Balletto Nazionale di Sofia con “Don Chisciotte”, un balletto in quattro atti e prologo. Coreografia di Vakhtang Chabukiani, da Marius Petipa e Alexander Gorsky. Musica di Léon Minkus; scene di Ivan Popov; costumi di Tsvetanka Petkova-Stoynova; direzione artistica Sara-Nora Krysteva.

Sabato 21 aprile alle 21 in scena la Compagnia Fabula Saltica in “Cenerentola”, una prima nazionale. Danzatori Vito Alfarano, Melania Chionna, Federica Iacuzzi, Marco Mantovani. Coreografia e regia di Claudio Ronda; drammaturgia di Ermanno Romanelli; musiche di Gioachino Rossini e autori vari; scene e costumi in fase di definizione. Produzione associazione Balletto “Città di Rovigo”, con il sostegno di Mibac, Regione del Veneto-Arcodanza, realizzata in collaborazione con il Teatro Sociale di Rovigo.

Contemporaneamente – Site Specific 

Primo appuntamento in Accademia dei Concordi – Sala Oliva, sabato 7 aprile alle 21 in scena Trust Collective in “Trust”. Danzatori: Martin Angiuli, Alberto Cissello, Malwina Stepien; coreografia di Malwina Stepien; musiche di Apparat - Interrupt II, Floating Points, Elaenia, Floating Points, Silhouettes (I,II,III), Juni Rantanen, No More Words, Laudate Dominum, K.339 - Vesperae Sollendes de Confessore, Cliff Martinez - Big’ol Scardy Pants.

 Secondo appuntamento nel cortile di Palazzo Roverella sabato 14 aprile, alle 19, in scena Mp. Ideograms in “Grafiche del silenzio”, Haiku: “Vuoto dentro di me, inchiostro di carne è, frastuono muto”. Danza/coreografia di Manfredi Perego; musiche di Paolo Codognola; luci di Antonio Rinaldi, Manfredi Perego. E “Horizon”, Haiku: “Sospeso finisco qui in bilico su ciò che non c'e'”. Danza/coreografia di Manfredi Perego; musiche di Paolo Codognola; luci di Antonio Rinaldi, Manfredi Perego.

Terzo appuntamento nel Tempio della Rotonda, giovedì 26 aprile alle 21, in scena la Compagnia Tocnadanza in “In itinere”. Danzatori Sara Cavalieri, Alessia Cecchi, Marco Mantovani, Giulio Petrucci; coreografie di Michela Barasciutti; musiche di autori vari; ricerca ed elaborazione musicale di Stefano Costantini; luci, scene e costumi di Michela Barasciutti; realizzazione costumi di Lorenza Savoini; realizzazione luci di Nicola Ambrus D’Alessio.

24 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento