CULTURA BADIA POLESINE (ROVIGO) La città si prepara a diventare meta turistica, ma in un periodo di magrezza economica serve l’aiuto dei volontari. L’amministrazione cerca la collaborazione del territorio

Con le guide volontarie sarà boom del turismo

Tra ville e giardini 2018

Dall’abazia della Vangadizza, passando per il teatro e la collezione Balzan, fino ad arrivare all’imminente rinnovo del Museo Civico: la città di Badia Polesine si prepara a diventare un circuito turistico culturale. E apre le porte alle associazioni di volontariato chiedendo un supporto anche solo per l’apertura e chiusura dei siti



Badia Polesine (Ro) – Alla ricerca di un aiuto che arrivi dal tessuto sociale e soprattutto che sia volontario. L’amministrazione comunale di Badia Polesine cerca la collaborazione di volontari e associazioni per diventare un punto di interesse turistico caratterizzato da un circuito di siti monumentali degni di nota. E lo fa chiedendo un supporto ai volontari, in un momeno di ristrettezza economica.

Si va dalla abazia della Vangadizza fino al Museo Civico che a breve sarà al centro di un importante intervento di rinnovo. Senza dimenticare il teatro e la collezione Balzan. Una serie di monumenti e musei invidiabili sui quali l’amministrazione comunale vuole puntare per diventare un circuito di interesse turistico culturale con la collaborazione del suo territorio.

18 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: