SANITA’ ROVIGO Il candidato di Liberi e Uguali, Cristiano Pavarin, interviene contro l’aumento della spesa in capo alle famiglie di malati mentali ricoverati in struttura. “In Parlamento mi mobiliterò per ripristinare i vecchi Lea”

"Famiglie costrette a pagare di più per i non autosufficienti"

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Aumentati i costi in capo alle famiglie di malati mentali ricoverati in struttura. La denuncia di Cristiano Pavarin, candidato con Liberi e Uguali per il senato che analizza il cambiamento nettamente sfavorevole per le famiglie dall’introduzione dei nuovi Lea. “Costi ribaltati, ora le famiglie pagano il 60% della retta. Non è sostenibile”



Rovigo – “L'introduzione dei nuovi Lea, Livelli essenziali di assistenza, sta provocando dure ripercussioni alle famiglie costrette a gestire un famigliare con problemi di malattia mentale. Le famiglie già duramente provate si vedono ora costrette a pagare costi spesso insostenibili”. Cristiano Pavarin, da tempo impegnato sul territorio con il Comitato Articolo 32 per la sanità e il sociale, ora candidato al Senato con Liberi e Uguali, interviene contro l’aumento dei costi in capo alle famiglie dei malati mentali ricoverati in struttura.

“Il Governo Gentiloni ha tagliato i fondi dedicati a questa assistenza e il Sistema sanitario veneto non ha fatto altro che ratificare acriticamente – spiega Pavarin – Il Sistema sanitario nazionale, riguardo ai trattamenti socio riabilitativi rivolti a persone non assistibili in famiglia (ricoverati in strutture), copriva il 60% delle rette giornaliere. Con il dpcm del 12 gennaio 2017, il livello di assistenza riabilitativo di un paziente con malattia mentale è stato declassato con conseguente diminuzione della quota parte al 40%. Il 6 dicembre 2017 con delibera n. 129 la Regione Veneto recepisce il decreto che diventa esecutivo dal 1 gennaio 2018 senza inserire coperture finanziarie ad integrare questa nuova situazione”.

Si è di fatto ribaltato l'importo che gravava sui pazienti e le loro famiglie o dei comuni di residenza incidendo sui costi per l’assistenza sociale con aumenti indicativi da 32euro a 68euro al giorno. Liberi e Uguali vuole far fronte a questa ingiustizia e insieme alle associazioni dei malati si mobiliterà facendo pressione in Parlamento per ripristinare da subito i vecchi Lea nel rispetto dell’articolo 32 della Costituzione”.

18 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento