ASTRONOMIA ROVIGO Giovedì 8 marzo alle ore 21 presso il planetario civico "Claudio Tolomeo" di Roverdicrè l’astrofilo Carlo Vinante terrà un incontro sull’uso dei radiotelescopi

Stelle in rosa per la festa della donna 

Confartigianato evento 21 novembre 2018

Una serata speciale per appassionati e curiosi ma anche per le donne quella proposta dal gruppo Astrofili polesani per giovedì 8 marzo con un incontro sulla radioastronomia con Carlo Vinante



Rovigo - Le porte del planetario civico "Claudio Tolomeo" di Roverdicrè giovedì 8 marzo alle ore 21 apriranno le porte appassionati e curiosi alla scoperta della volta celeste con la comodità di un posto a sedere al riparo dalle intemperie.

Protagonista della serata sarà Carlo Vinante, astrofilo dalla fine degli anni 80, che è stato tra i primi ad usare le camere ccd a livello amatoriale. Socio Uai, si interessa di comete e collabora nella sezione comete e al progetto Cara. Ha all'attivo decine di pubblicazioni scientifiche, articoli in pubblicazioni periodiche nazionali e in ambito Uai. Radioamatore, si interessa anche di radioastronomia.

Carlo Vinante è di Este, gestisce assieme ad altri soci il Gruppo astrofili di Casa Marina nei colli Euganei ma è anche socio attivo del Gruppo Astrofili Polesani e collabora con il gruppo rodigino ormai da anni e assieme a Jerry Ercolini e Andrea Fasson è tra coloro che stanno insegnando ad usare il nuovo radiotelescopio situato all'osservatorio astronomico di Sant'Apollinare acquistato da poco nel gruppo,strumento che del suo genere è il quarto montato in Italia e il ventesimo nel mondo.

"Persona fine, gentile e un ottimo divulgatore scientifico, nella vita Carlo si occupa anche di strumentazione analitica nel campo della spettrometria atomica, un socio prezioso per il nostro gruppo e consiglio di venire a seguire la sua conferenza sulla radioastronomia perché è una vera fonte di sapere e merita" spiega Luca Boaretto vice presidente del gruppo astronomico rodigino.

Vinante racconterà cosa si nasconda ai nostri occhi in cielo e di come siano necessari degli strumenti particolari, chiamati Radiotelescopi, per vedere i lati nascosti dell'Universo. Inoltre, data l'occasione della festa della donna, terrà ad approfondire l'aspetto femminile dell'astronomia, ricordando quante astronome hanno lavorato per permettere di vedere il cielo con occhi sempre nuovi e pieni di meraviglia.

A seguire di ogni conferenza verranno proiettate le stelle in cupola con la spiegazione del cielo del mese da parte dei volontari del Gruppo Astrofili. E' aperta sempre la sala di Geologia allestita e curata da Alberto Parri, con il nuovo allestimento per le proiezione delle sabbie e l'unico esemplare di Meteorite (Condrite ad Enstatite) di origine extraterreste rinvenuto in Italia.

2 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento