ELEZIONI POLITICHE 2018 ROVIGO Emanuele Cozzolino, candidato del Movimento, finito nell'occhio del ciclone per la vicenda dei rimborsi, rompe il silenzio e commenta: “Un grande risultato pur senza campagna elettorale”

“Tornare a lavorare non mi spaventa, al contrario”

Tra ville e giardini 2018

Il candidato all'uninominale alla Camera per il Movimento Cinque Stelle, rimasto fuori dai giochi, rompe finalmente il silenzio impostogli dal Movimento in campagna elettorale a causa del suo coinvolgimento nel caso dei rimborsi (LEGGI ARTICOLO). “Grazie a chi ha comunque creduto in me senza lasciarsi condizionare dalle polemiche. Arrivare secondi non è male”



Rovigo - “E’ vero che non sono stato eletto, all'uninominale di Rovigo, dove ero candidato. Tuttavia il risultato da me raggiunto non è di poco conto. Il Movimento Cinque Stelle a Rovigo ha ottenuto 34.043 voti per la Camera, corrispondenti al 25,02%, che è una percentuale superiore alla media veneta ed in linea con quella conseguita nel medesimo territorio per il Senato (24,82%). Per questo ringrazio i cittadini che senza farsi condizionare dalle polemiche dei giorni scorsi mi hanno rinnovato la loro fiducia, permettendomi di arrivare secondo”. Rombe gli indugi il candidato all'uninominale alla Camera per il Movimento Cinque Stelle, Emanuele Cozzolino che a causa della questione dei rimborsi, aveva dovuto sospendere la campagna elettorale e, nonostante questo, è riuscito ad ottenere un risultato considerevole il 4 marzo. “Un risultato che, a mio avviso, è significativo, anche in considerazione del fatto che, attenendomi scrupolosamente alle regole interne, ho cessato la campagna elettorale non appena sono cominciate le polemiche”, spiega infatti Cozzolino. 

Ricordiamo che l'ormai ex parlamentare del Movimento era stato coinvolto nella vicenda dei rimborsi che alcuni parlamentari pentastellati non avevano versato nel fondo per il microcredito, regola interna al movimento. Uno sgarro che gli costò l'interruzione della campagna elettorale e la promessa che, anche qualora fosse stato eletto, si sarebbe comunque dimesso. Cozzolino nei suoi cinque anni da parlamentare aveva versato in quel fondo ben 185mila euro a fronte di un ammanco di soli 13mila euro.

“Non è importante il fatto che io stia fuori dal Parlamento – continua Cozzolino – Tornare a lavorare non mi spaventa, al contrario, l'ho sempre fatto con passione perché mi piace e soprattutto, così come facevo in passato, avrò più tempo da dedicare al volontariato: anche questo è un ottimo modo per fare del bene al nostro Paese. Per il resto, in questi anni all'opposizione ho lavorato, i dati sulla produttività di ciascun parlamentare sono pubblici. Nel progetto del Movimento ci ho sempre creduto e lo faccio da molti anni, ecco perché mi auguro che lo stesso Movimento voglia tenerne conto.”

8 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Richiesta inspiegabile, o forse sì

    MOVIMENTO 5 STELLE ROVIGO Cristina Caniato, ex consigliere comunale di Adria, chiede a Ivaldo Vernelli, consigliere del comune capoluogo di dimettersi, che risponde: “Porterò a termine il mio compito”

  • M5s nelle piazze per spiegare il perché della scelta 

    MOVIMENTO 5 STELLE POLESINE Micaela D'Aquino, Elena Suman, Federico Sambinello, Stefania Bernardinello sabato 19 maggio saranno in alcune piazze delle cittadine polesane per discutere con i cittadini del "Contratto di Governo Nazionale"

  • La presidente del Senato è nata a Rovigo

    ELEZIONI POLITICHE 2018 ROMA In Parlamento si vota per le presidenze delle camere. Arriva l’accordo M5s-Centrodestra: Roberto Fico a Montecitorio, Elisabetta Alberti Casellati a Palazzo Madama 

  • "Quale governo? Tutti stanno recitando un copione dettato dell’Europa"

    POLITICA ROVIGO Marco Venuto, candidato di Casapound, commenta gli esiti del voto del 4 marzo facendo presente come questi fossero già chiari. “Il nostro impegno è appena cominciato"

  • Già in movimento per Roma 

    POLITICA ROVIGO L’agenda di Antonietta Giacometti, neo parlamentare eletta, è già ricca di appuntamenti: incontri a Padova, Bergantino, Porto Tolle e Roma 

  • "Cinque anni di opposizione non ci farebbero male"

    LA RIFLESSIONE POLITICA ROVIGO Filippo Silvestri commenta le scelte di Matteo Renzi dopo le elezioni del 4 marzo ritenendo come serva rivedere l’intero progetto del Partito Democratico

  • Record in Parlamento: mai tante donne ed eletti per la prima volta

    POLITICA ROVIGO Open polis in collaborazione con Agi fa una analisi della composizione di Camera e Senato all’avvio della 18esima legislatura dove ci saranno le parlamentari polesane Antonietta Giacometti e Roberta Toffanin