COMUNE VILLAMARZANA (ROVIGO) Il sindaco Claudio Gabrielli annuncia le due opere più rappresentative del 2018: l’inizio dell’ampliamento del cimitero e la realizzazione della pista ciclabile

Venduti tutti i terreni della I3, in arrivo nuove aziende

Tra ville e giardini 2018

Ampliamento del cimitero, pista ciclabile, sistemazione della canonica, marciapiedi sono alcuni dei progetti che l’amministrazione avvierà nel 2018 che sta continuando anche a lavorare per l’attivazione del servizio bancomat 



Villamarzana (Ro) - “A quasi due anni dall’inizio del mio mandato iniziano ad intravedersi i primi risultati”. Claudio Gabrielli, sindaco di Villamarzana, è soddisfatto del lavoro che sta portando avanti con la sua amministrazione nel territorio comunale. 

Un fattore positivo per Gabrielli è la vendita di tutti i terreni e l’insediamento di nuove aziende nella I3, la zona commerciale del paese, che dà molta fiducia per il futuro. 

Il sindaco pensa comunque ai progetti per la comunità. In questo 2018 si parlerà dell’ampliamento del cimitero: “inizieremo con i primi 35 loculi per un valore circa di 60mila euro. L’ampliamento vero e proprio avverrà nel 2019 dove ci sarà un investimento di circa 120-140mila euro” afferma Gabrielli. 

Verrà inoltre realizzato il marciapiede di via della Liberazione nella parte destra che parte dalla chiesa fino a via del Donatore. Un altro importante progetto è la realizzazione della pista ciclabile per un importo circa di 99mila euro che va “da via 43 Martiri, taglia la zona sportiva e si collega in via Giacomo De Stefani dove ci sono le scuole evitando così la pericolosità della doppia curva”. Nelle prossime settimane partiranno i lavori di ristrutturazione interna della canonica dove sono stati investiti 500mila euro. 

Il sindaco inoltre non dimentica una della promesse fatte in campagna elettorale: l’attivazione di uno sportello bancomat che in paese è assente. “Stiamo contattando tutte le banche - conclude -  e siamo anche disposti a mettere gratuitamente i locali affinché questo servizio possa essere garantito alla comunità e non solo che ne ha bisogno”. 
8 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: