PI GRECO ROVIGO Sabato 10 marzo al Salone del grano Piergiorgio Odifreddi è stato protagonista dell’incontro "Da Zero verso l’infinito - Storie dal Mondo della Matematica” 

Numeri e segreti che rendono più facile la vita

Tra ville e giardini 2018

Un incontro per trasmettere la matematica senza dimenticare il sorriso, quello proposto da Piergiorgio Odifreddi matematico e divulgatore, durante l’appuntamento della quarta edizione del Pigreco Rovigo. Odifreddi ha mostrato in modo utile una serie di numeri in concreto e come questi venivano calcolati 



Rovigo - Come nascono i numeri e fino a che punto si può calcolarli. E’ entrato nel vivo il Pigreco Rovigo, giunto alla quarta edizione, il festival per appassionati di matematica e scienze che incuriosisce molti cittadini e li avvicina in maniera divertente e semplice ad una materia così ostica durante gli anni di studio. 

Salone del grano pieno di gente, tra curiosi ed appassionati di matematica nel pomeriggio di sabato 10 marzo dove protagonista è stato Piergiorgio Odifreddi, matematico e divulgatore, con l’incontro "Da zero verso l’infinito - Storie dal mondo della matematica”. Come una guida in un museo, Odifreddi ha accompagnato i presenti in un viaggio immaginifico alla scoperta del significato profondo dei numeri, tra matematica e filosofia, letteratura e gioco. 

Odifreddi invece di provare a dirci cos'è il numero in astratto, ha mostrato in modo utile una serie di numeri in concreto. Ne ha scelti una cinquantina tra quelli che meglio si prestano a essere raccontati, e li ha illustrati mostrandoci di ciascuno la struttura globale e i particolari locali. Il lettore ha trovato piccoli grandi numeri da 0 a 9, accorgendosi di non conoscerli così bene come pensava. 

Ad esempio dal conteggio elementare sulle dita si è passati a metodi più sviluppati come l'uso delle falangi per contare fino a 28 sulle due mani, oppure il 12 ed il 60 sono alcuni dei numeri più usati. Poi Odifreddi si è focalizzato sugli strumenti per calcolarle, dalle incisioni sugli ossi, legni, o nodi in diverse cordicelle colorate. 

Prima del suo intervento hanno portato i saluti l’assessore comunale di Rovigo, Luigi Paulon, e per la Cna sostenitrice dell’evento ideato dal gruppo “La vite di Archimede, Franco Cestonaro ed il presidente dell’associazione David Gazzieri il quale quest’ultimo ha affermato come gli artigiani del futuro “saranno tutta tecnologia e matematica. Abbiamo aderito proprio per cercare di aprire la mente dei ragazzi e farli diventare competenti, volenterosi e seri”.

10 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: