PROFUGHI ADRIA (ROVIGO) Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria hanno incontrato la cittadinanza e hanno parlato delle loro esigenze

"La soluzione per i profughi di Cavanella c'è"

Tra ville e giardini 2018
Un incontro già proiettato verso le prossime elezioni amministrative, che dovrebbero tenersi a maggio, nel corso del quale Impegno per il Bene Comune e SiamoAdria hanno fatto il punto sulla situazione di Cavanella

Adria (Ro) - "L'incontro con i cittadini di Cavanella e Mazzorno è stato partecipato e costruttivo. Nello spirito di Impegno per il Bene Comune e  SiamoAdria abbiamo affrontato i problemi dei paesi in modo pratico senza ideologie". Lo spiega la nota delle due forze politiche, nella scorsa legislatura rappresentate in consiglio comunale, nel dare conto dell'incontro che ha visto venire trattato anche il tema dei richiedenti asilo.

"Il ruolo degli amministratori - prosegue la nota - è quello di cercare di proporre le soluzioni migliori tra quelle possibili. L'unico modo attualmente possibile per risolvere la questione di Borgo Fiorito è quello di aderire allo Sprar, come fa il Comune di Rovigo a guida leghista, e come non ha voluto fare invece l'ex amministrazione adriese". Il meccanismo dello Sprar è quello che vede l'amministrazione comunale aderire volontariamente alla accoglienza di quei richiedenti asilo la cui presenza sia già stata certificata e che abbiano già visto riconosciuto il proprio status.

"In questo modo - prosegue la nota - il numero dei richiedenti asilo sarà nel limite del 3 per mille, cioè 60 persone. Il Comune dovrà gestire direttamente l'accoglienza sottraendola ai privati, con la possibilità di migliorare e recuperare le proprie proprietà e programmando interventi insieme alle associazioni del territorio, avendo un controllo diretto sulle attività di integrazione previste per legge".

Nel corso dell'incontro si è poi parlato anche di servizi. "Una richiesta sentita - prosegue la nota - è arrivata dai cittadini presenti: quella di avere la possibilità di allacciarsi alla conduttura del gas. Questo annoso problema comporta per gli abitanti di Cavanella e Mazzorno un insopportabile aggravio economico rispetto agli altri cittadini del Comune. Anche l'isolamento dei due paesi rappresenta una forte limitazione, soprattutto per le persone anziane, e serve una programmazione che affronti questa necessità di mobilità con le associazioni presenti sul territorio. Dal confronto è nata in questi giorni la candidatura per Cavanella di James Levizzari che ha deciso di impegnarsi con noi per il suo paese"
11 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: