ELEZIONI COMUNE PORTO TOLLE 2018 (ROVIGO) Nessuna decisione intrapresa da Giacomo Bovolenta per le amministrative: sta ancora valutando se candidarsi o appoggiare una delle due liste

L’ago della bilancia ancora non ha deciso 

Tra ville e giardini 2018

Rimangono a quota due per il momento le liste nel comune di Porto Tolle che si presenteranno alle prossime elezioni comunali. Giacomo Bovolenta, indipendente, sta ancora valutando se candidarsi sindaco o appoggiare uno dei due schieramenti. Nel caso si avvicinasse al centrosinistra la scelta è soltanto una: sostenere la ricandidatura di Bellan   



Porto Tolle (Ro) - Terminate le elezioni politiche, nei prossimi mesi l’occhio è puntato sulle amministrative che vede in Polesine tre comuni al voto: Trecenta, Adria e Porto Tolle. 

In quest’ultimo comune da diverse settimane la situazione vede due schieramenti precisi: da una parte la ricandidatura di Claudio Bellan sostenuto dal Partito democratico (LEGGI ARTICOLO) e dall’altra la lista civica Pizzoli sostenuta dal Giptep (LEGGI ARTICOLO). 

La lente è però focalizzata sulle “mosse” politiche di un terzo elemento, Giacomo Bovolenta, che alle precedenti amministrative aveva ottenuto numerosi consensi dai portotollesi, ma che al momento sta ancora valutando se candidarsi sindaco o appoggiare uno dei due schieramenti.  

Quello che è certo è che il Partito democratico di Porto Tolle, rappresentato da Massimino Zaninello, non ha nessuna intenzione di mettere in discussione il suo candidato: “sulle prossime amministrative resta ancor più salda e forte la compattezza dei nostri iscritti e simpatizzanti che intravvedono nel sindaco uscente Claudio Bellan la chiave per sostenere una lista civica in grado di fare scelte importanti per la nostra comunità anche nel segno della continuità amministrativa”. In sostanza qualche simpatizzante o indipendente che volesse unirsi al Partito democratico dovrà sostenere Bellan come candidato sindaco e nessun altro. 

Obiettivo principale del Pd “ora è quello di preparare un programma in previsione delle prossime elezioni amministrative del 2018, così da continuare un percorso di azioni concrete e positive per la nostra comunità. - commenta Zaninello - La stesura degli impegni, per i prossimi cinque anni, sarà il primo compito e dovrà trovarci tutti attori, compresi i cittadini, inserendo le strategie di crescita per rilanciare il nostro comune cogliendo, nei prossimi mesi, idee e suggerimenti dal territorio tramite incontri nelle frazioni, con le attività produttive, le associazioni così da arrivare a un manifesto elettorale di eccellenza, da affidare ai futuri amministratori”. 

12 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: