IL CASO ROVIGO Dopo le osservazioni della danzatrice e coreografa, Romina Zangirolami, in merito all'inesistenza di un compenso per i partecipanti al bando del Maggio Rodigino, interviene Virgilio Santato

Maggio rodigino, “Noi offriamo spazi e promozione, non mi sembra poco”

A sollevare alcune osservazioni era stata la coreografa e danzatrice rodigina Romina Zangirolami che insieme a Vanni Destro aveva pubblicato un video su youtube denunciando alcune perplessità in merito alla bontà del bando della Fondazione per lo sviluppo del Polesine sul Maggio Rodigino (LEGGI ARTICOLO). Il presidente Virgilio Santato, puntualmente, risponde



Rovigo – “L'articolo pubblicato su Rovigooggi.it in merito al bando del Maggio Rodigino è l'occasione opportuna per chiarire qualche dubbio e tentare qualche risposta”, il presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine in campo letterario, artistico e musicale, Virgilio Santato, risponde alle critiche sollevate dalla coreografa e danzatrice rodigina Romina Zangirolami in merito alla gratuità del lavoro degli artisti proposta dal bando della Fondazione per il Maggio Rodigino. Santato risponde, precisa, ma non smentisce. 
“Il bando, intanto, è una delle qualificanti novità di questa edizione che vedrà Rovigo farsi parco letterario e musicale per una comunità tutta – spiega Santato –. Come ben precisato nel relativo portale, scopo del bando è quello di offrire a enti, associazioni o privati cittadini, la possibilità di concorrere con le loro proposta ad arricchire ulteriormente, non riempire, l'offerta culturale del Maggio, già strutturato nei suoi 4 festival. Dar voce alle persone e forza alle loro idee, rendere centrale la partecipazione attiva e responsabile, appare cosa di non poco conto. Nessuno potrà sentirsi escluso, pur nel rispetto di criteri di funzionalità e qualità che ogni bando prevede. E la valutazione dei bandi, molti pervenuti e di ragguardevole qualità a conferma della bontà della scelta, sarà effettuata da apposita commissione individuata dalla Fondazione stessa, e in pubblica conferenza stampa saranno comunicati i risultati”.

“A fronte di ciò, la promotrice Fondazione dello sviluppo del Polesine in campo letterario, artistico e musicale, assicura supporto logistico, ovvero l'espletamento delle necessarie pratiche amministrative, ufficio stampa e attività promozionale, garantendo pure ai proponenti, grazie alla collaborazione della amministrazione comunale, spazi interni ed esterni gratuiti. Si tratta di risorse professionali e logistiche, il cui costo non indifferente è sostenuto direttamente dalla Fondazione, che in tal modo consentiranno una valorizzazione degli eventi e una loro opportuna calendarizzazione, per poter fare bene ogni cosa. Non è prevista la retribuzione degli artisti date le risorse disponibili limitate e finalizzate e considerato essenziale che i proponenti possano liberamente sceglierli concorrendo con proprie risorse. Dopo il festival Rovigoracconta, altri tre festival si sono aggiunti e così è arrivato il Maggio Rodigino, un mese particolare, una primavera che deve fiorire tutti i giorni dell'anno, ogni momento essendo buono per fare buona cultura”.

 

12 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: