ACQUEVENETE TAGLIO DI PO (ROVIGO) Quasi ultimati gli interventi per la sostituzione di oltre tre chilometri di rete idrica destinata alle utenze affacciate sulla provinciale 66

Investimenti per 13 milioni, si parte da Polesinello

Tra ville e giardini 2018

Partono gli interventi di Acquevenete, il nuovo gestore del servizio idrico integrato, in Polesine come in altre province, nato dalla fusione tra Polesine Acque e Cvs



Taglio di Po (Ro) - Sono in dirittura d’arrivo i lavori di Acquevenete in località Polesinello, nel Comune di Taglio di Po, per la sostituzione della rete idrica. Un intervento che porterà un miglioramento del servizio per le utenze lungo la strada provinciale 66 tra Ca' Vendramin e Bacucco, in via Marina. Lo annuncia una nota della società che cura l'erogazione del servizio idrico integrato.

"La condotta distributrice dell’acquedotto era infatti ormai vetusta e in cattivo stato, soggetta quindi periodicamente a rotture, causa di perdite di acqua potabile e disagi per l’utenza - spiega Acquevenete - Obiettivo di questo intervento è realizzare, al posto della condotta distributrice esistente in acciaio, ormai obsoleta, una nuova tubazione in  materiale plastico, che presenta il duplice vantaggio di non essere soggetta a incrostazioni nel tempo e di essere di veloce posa in opera. Complessivamente, con questo intervento acquevenete provvederà alla posa di circa 3,5 chilometri di nuova tubazione. Oltre alla condotta, verranno sostituiti o ricollegati gli allacciamenti esistenti alle utenze".

"I lavori sono già in fase avanzata: sia le condotte che gli allacciamenti sono già stati ultimati e sono state effettuate le prove di tenuta alla pressione e i lavaggi della condotta. Una volta terminate le verifiche di legge per il rispetto dei requisiti di potabilità, esito atteso entro il mese di marzo, si potrà procedere ai collegamenti della nuova condotta, che andrà a sostituire completamente la vecchia tubazione. L’intervento avrà un costo totale di 310mila euro e rientra nell’ambito degli investimenti previsti dal Piano d’Ambito. Per il 2018, acquevenete ha inserito nel proprio budget la realizzazione di 29 milioni di euro di investimenti per rinnovare reti e impianti,  offrendo un servizio migliore e una sempre maggiore tutela dell’ambiente. Solo per quanto riguarda l’Ato Polesine, nel 2018 sono in previsione 13,717 milioni di euro per nuovi lavori".

13 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: