ONORANZE FUNEBRI SRL ROVIGO Il Comune aveva deciso di vendere le quote ai privati nonostante le proteste di sindacati e minoranza. Giorgia Businaro: “La responsabilità è di Alessandrò Duò e del sindaco Massimo Bergamin”

Lavoratori licenziati. “E' colpa del sindaco e di Duò”

Non trattiene la rabbia e quasi le lacrime la consigliera del Pd Giorgia Businaro di fronte alla notizia del licenziamento di alcuni lavoratori delle Onoranze Funebri srl. Aveva lottato perché l'amministrazione comunale non vendesse le sue quote ai privati ed ora, nonostante le rassicurazioni, partono i licenziamenti. “Le responsabilità politiche vanno messe nero su bianco, per colpa del sindaco e di Duò, famiglie con bambini piccoli ora sono sul lastrico”


Rovigo - “I 12 lavoratori non sono a rischio”, diceva l'amministrazione comunale (LEGGI ARTICOLO). E così il consiglio comunale approvava la vendita delle quote detenute da Asm spa (partecipata comunale guidata da Alessandro Duò) in Asm onoranze funebri. E nonostante gli interventi del sindacato, le richieste di tutela dei lavoratori (LEGGI ARTICOLO), gli incontri in Prefettura (LEGGI ARTICOLO), le proteste in piazza (LEGGI ARTICOLO), alla fine Asm spa, con l'approvazione del Comune, metteva in vendita le quote, comprate esercitando il diritto di prelazione dal socio di minoranza, Lorandi (LEGGI ARTICOLO). Un privato, dunque e non più il pubblico. Un privato che, dei suoi dipendenti, può fare quello che ritiene giusto. Nonostante le rassicurazioni del Comune, ad alcuni lavoratori sarebbe già arrivata la raccomandata di licenziamento per “questioni di sostenibilità economica”.

Noi abbiamo fatto tutto il possibile per combattere la volontà dell'amministrazione di vendere le sue quote, abbiamo detto che era una svendita e che questa scelta incideva sulla vita delle persone che non avrebbero più avuto le tutele di un posto di lavoro pubblico – commenta inferocita la consigliera comunale del Pd, Giorgia Businaro – Ebbene a pochi mesi di distanza sono arrivate almeno 4 lettere di licenziamento ma potrebbero essere di più. Il sindaco Massimo Bergamin e l'amministratore unico di Asm sp Alessandro Duò sono i responsabili di queste conseguenze. Lo avevamo detto, non ci hanno ascoltato. Anzi ci hanno assicurato che non sarebbe successo nulla invece in questo modo il sindaco ed Duò hanno messo a casa lavoratori con famiglie e bambini piccoli. Se ne rendono conto?”.
13 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: