EDILIZIA SCOLASTICA ROVIGO Dalle analisi dello Spisal dell’azienda Ulss 5 Polesana e dell’Arpav di Rovigo all’ex Marco Polo è stato rilevata la presenza di amianto. 

Amianto in un campione: nella guarnizione di un termosifone

Su cinque campioni analizzati è emerso dai risultati dello Spisal dell’azienda Ulss 5 Polesana e dell’Arpav che c’è una presenza di amianto in una guarnizione del termosifone-campione posto al secondo piano

Rovigo - L’unica presenza di amianto accertata nell’ex istituto Marco Polo è in una guarnizione del termosifone-campione posto al secondo piano. Non è stata invece rilevato amianto in nessuna delle campionature effettuate all’interno della centrale termica e sulla guarnizione del termosifone-campione al piano primo.
Sono queste le risultanze delle analisi effettuate da un laboratorio specializzato a seguito del sopralluogo congiunto dello Spisal dell’azienda Ulss 5 Polesana e dell’Arpav di Rovigo, effettuato nel plesso di via De Gasperi di Rovigo il 16 gennaio.

“Al riguardo è necessario puntualizzate – osserva Luigi Ferrari dirigente dell’area Lavori Pubblici di Palazzo Celio - che l’edificio è dotato, per la quasi totalità, di termosifoni in acciaio tubolare di recente costruzione mentre i corpi scaldanti che presentano guarnizioni di dubbia composizione e oggetto della valutazione sono del tipo in ghisa e complessivamente 15 circa”.

L’ufficio Manutenzioni fabbricati aveva provveduto a far analizzare, secondo le prescrizioni dei due organismi ispettivi, le matrici che potenzialmente potevano contenere amianto: guarnizioni varie poste su tubazioni impiantistiche interne alla centrale termica nonché sulle guarnizioni dei bruciatori delle caldaie, complessivamente cinque campioni;  guarnizione di un termosifone in ghisa installato in un laboratorio al piano primo dell’edificio e alla guarnizione di un termosifone in ghisa installato in un laboratorio al piano secondo.

L’intervento di bonifica che sarà attuato "interesserà pertanto solamente quest’ultima tipologia di corpi scaldanti" per un costo, in via di definizione, che si presume non supererà i 2 mila euro.

 
15 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: