CALCIO ROVIGO Il delegato provinciale della Figc Luca Pastorello e il consigliere regionale Argentino Pavanati hanno rispettato il regolamento, e respingono al mittente qualsiasi critica

Che sia chiaro una volta per tutte

Luca Pastorello e Argentino Pavanati
TedxRovigo

Non vi era nessuna condizione normativa per poter autorizzare la costituzione di una neonata società che potesse essere iscritta direttamente a categorie superiori alla Terza Categoria. A parlare sono Luca Pastorello e Argentino Pavanati, rispettivamente delegato provinciale Figc e consigliere regionale del comitato Veneto, lo fanno con un unico obiettivo “portare a completa conoscenza amministratori locali, dirigenti e tifosi di quanto il regolamento prevedeva e tutt’ora prevede per i casi di cui si è trattato” sul caso della nascita dell’Asd Città di Rovigo che ambiva, senza averne i requisiti, a partite dalla Promozione.

leggi la posizione dei tifosi de La Vecchia Guardia
leggi l’articolo sulla nascita del Città di Rovigo
leggi l’articolo sulle dimissioni del presidente Nugnes 
leggi l’articolo sui lavori al Gabrielli
leggi l’articolo sul ritorno a Porto Tolle del Delta


Rovigo - La delegazione provinciale Figc di Rovigo, rappresentata da Luca Pastorello, e il consigliere regionale, Argentino Pavanati, ritengono utile e chiarificatore rendere note delle precisazioni a seguito di alcuni articoli e interviste pubblicati dagli organi di stampa locali, in merito alla costituzione della società Asd Città di Rovigo. 

“Premettendo che gli organi Federali, sia a livello regionali che locale, hanno seguito con dispiacere e rammarico la situazione venutasi a creare all’inizio dell’annata sportiva riguardante il futuro del calcio nel capoluogo polesano, è altresì fondamentale ricordare che la Federazione, così come tutte le componenti al suo interno, devono sottostare ed osservare le Normative vigenti. 

Per questo motivo corre l’obbligo di chiarire i passaggi normativi e le fattispecie che aderiscono al caso, che di seguito andiamo a riportare.  Una Società professionistica dichiarata fallita, può ripartire dal campionato di Serie D facendo riferimento all’Art. 52 delle N.O.I.F., le Norme Organizzative Interne Federali. 

All’epoca dei fatti della scorsa estate, la società Ssd Delta Calcio Rovigo AC SRL, avente sede a Rovigo, non era una società dichiarata fallita e non era, come tutt’ora, una società professionistica ma dilettantistica. 

La stessa aveva solamente richiesto il trasferimento per le gare interne a Porto Tolle (Ro), appellandosi all’Art. 19 delle N.O.I.F.”. 

Questo non è un dettaglio, ma è una norma vigente che tutti dovrebbero conoscere se gravitano nel mondo del calcio. Le regole della Figc sono chiare e cristalline, e non conta millantare conoscenze nei piani alti della Federazione se poi non si conoscono le basi delle norme vigenti.

“Allo stato dell’arte, dunque, non vi era nessuna condizione normativa per poter autorizzare la costituzione di una neonata società che potesse essere iscritta direttamente a categorie superiori alla Terza Categoria all’interno dei Campionati Dilettantistici. 

Infatti, una neonata società con nuova matricola federale, seppur rappresentante il capoluogo di Provincia e avendone sede nello stesso, è autorizzata comunque ad avviare la propria attività dal gradino più basso dilettantistico, ovvero la Terza Categoria. 

Sulla base di queste normative, che determinano i limiti entro cui il Comitato Regionale Veneto può operare, sono state determinate le azioni dell’organo federale. 

Da questa vicenda non escono “vincitori”, ruolo che non può certo essere attribuito alle figure apicali del Cr Veneto e della Dp. Rovigo, le quali hanno solamente applicato le Normative in essere, assicurandone l’osservanza a tutela delle regole e di tutte le società affiliate. 

La Federazione ha l’onere e l’obbligo di rispettare e far rispettare le normative vigenti, le quali sono atti ufficiali incontrovertibili ed è quindi impossibilitata a derogare su richieste verbali, ipotesi o promesse che non trovino nessuna corrispondenza negli atti scritti. 

Inoltre si fa presente che nessun amministratore locale e/o dirigente, prima e anche in periodo successivo alla nascita della società nel capoluogo rodigino, ha mai richiesto direttamente, presso la Delegazione locale e il Comitato Regionale, spiegazioni o delucidazioni sulle Normative da osservare in casi di fattispecie”. 

I tifosi si lamentano, ma sbagliano indirizzo se pensano che la Figc abbia fatto qualcosa di sbagliato.  “La speranza e l’auspicio sono che queste precisazioni possano definitivamente chiudere ogni polemica e possano rappresentare le linee guida a supporto di future iniziative a livello locale, garantite da basi solide e durature nel rispetto delle regole. 

Anche per questi motivi la Delegazione Provinciale, così come il C.R. Veneto, sono e saranno sempre a completa disposizione di tutte le società”. 

22 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Attaccante di categoria superiore per il Delta

    CALCIO SERIE D ROVIGO Il Porto Tolle, prima di Ferragosto, annuncia l’arrivo di Michael Cia, punta dai trascorsi anche in Serie B

  • Amichevole di lusso

    CALCIO SERIE D ROVIGO Il Delta Porto Tolle sabato 18 agosto ospiterà il Padova che milita in Serie B. Mercoledì 22 la Coppa Italia

  • Un buon test

    CALCIO PRIMA CATEGORIA Amichevole al Gabrielli per il Rovigo e il Canalbianco (finale 2-1). Due le formazioni schierate da mister Pizzo, biancazzurri in tenuta verde acido.

  • Girone di ferro in Prima

    CALCIO ROVIGO Ufficializzati i gironi con due ipotesi per Promozione, Prima e Seconda categoria, ma per le polesane non dovrebbe cambiare molto

  • Tre nuovi innesti in casa Granzette

    CALCIO A 5 FEMMINILE SERIE A2 Il Granzette (Rovigo) inserito nel Girone B. Ormai manca meno di un mese all’inizio della preparazione prestagionale e si può cominciare a tracciare un bilancio del mercato estivo

  • Prima amichevole per i biancazzurri

    CALCIO PRIMA CATEGORIA Esordio del Rovigo sabato 11 agosto alle ore 17 con il Canalbianco di mister Marini

  • Cena con autorità ed ancora un obiettivo di mercato 

    CALCIO TERZA CATEGORIA ROVIGO Conviviale speciale per il Polesine Camerini con il sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli, e il consigliere regionale della Figc, Argentino Pavanati 

Tra ville e giardini 2018