ISTRUZIONE ROVIGO Avviate le attività di orientamento dei ragazzi delle scuole secondarie di primo grado con i geometri italiani 

Futuri geometri alle prese con le tecniche di misurazione

Tra ville e giardini 2018

Gli alunni della scuola media di Grignano Polesine hanno potuto scoprire e valorizzare le loro potenzialità tecniche attraverso i  laboratori Bam promosso dal collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Rovigo: si sono cimentati nella trasformazione di un modello 3d della loro aula  


Rovigo - Il collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Rovigo tramite il gruppo di lavoro della commissione scuola, dal mese di marzo fino alla fine dell’anno scolastico, sarà itinerante nelle scuole secondarie di primo grado della Provincia per lo svolgimento dei laboratori Bam. 

L’iniziativa, ha lo scopo didattico finalizzato all’orientamento in uscita per le classi seconde e terze, mettendo a disposizione di studenti, famiglie e docenti, strumenti utili a formulare una scelta più consapevole sul futuro percorso di studi. 

Apripista sono stati i ragazzi della classe seconda della scuola di Grignano Polesine che hanno potuto scoprire e valorizzare le loro potenzialità tecniche nella mattinata di lunedì 19 marzo. 

Con i classici strumenti per la misurazione come metro pieghevole e cordella metrica e con la strumentazione laser hanno rilevato la propria aula e poi, tramite un software messo a disposizione dalla Fondazione italiana geometri, l’hanno disegnata e trasformata in un modello 3D. 

Ogni gruppo di ragazzi ha potuto così disegnare in tridimensione l’aula ed, inoltre, proporre la propria “aula ideale” secondo le parole d’ordine del nostro tempo scandite dalle 3R : Riduci, Ricicla e Riusa. 

I concetti acquisiti dai ragazzi, nelle varie discipline scolastiche, sono stati messi in pratica effettuando scelte riguardo ai materiali da impiegare e ai metodi costruttivi finalizzati ad ottenere un minor impatto nell’ambiente nonchè una costruzione performante dal punto di vista energetico, ambientale ed ecologico. 

Particolare attenzione è stata dedicata al significato di “riuso” che, dando nuova vita ai materiali di recupero anche nell’edilizia, sostituisce il concetto “usa e getta”. Ad esempio utilizzando materiali provenienti da attività di costruzione e demolizioni per reimpiegarli nei nuovi edifici e nelle ristrutturazioni. 

Notevole è stato l’interesse dei ragazzi, sia nel seguire e mettere in pratica gli aspetti ambientali, sia nell’utilizzo delle tecniche di progettazione tridimensionale. Un laboratorio fatto a loro misura, per una generazione preparata alle tecnologie informatiche, ma, allo stesso tempo, una generazione che sta crescendo anche con una forte sensibilizzazione di rispetto verso l’ambiente ed il territorio in cui vive. 

I ragazzi si sono confrontati con le tecnologie e le performance qualitative che, ogni tecnico dell’ambiente e del territorio quale il geometra è, si trova ad utilizzare e valutare quotidianamente per operare ai massimi livelli. 

Quella del geometra è un’attività antica, ma in continua evoluzione e richiede un alto grado di preparazione, ottenuta con una formazione continua fatta di aggiornamenti qualificanti e specifici per i diversi ambiti operativi. 

 

 

 

23 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: