CONSIGLIO COMUNALE ROSOLINA (ROVIGO) Fulvia Fois rilancia sulla raccolta della spazzatura: i cittadini virtuosi devono essere premiati, mente quelli che li abbandonano vanno scovati e sanzionati. Approvata anche la possibilità di dar corso ad una diversa

Fois non demorde: "Chi inquina, e produce rifiuti, paghi" 

Tra ville e giardini 2018

La consigliere Fulvia Fois in consiglio comunale, tenutosi il 27 marzo, dà alcuni spunti sulla raccolta rifiuti: introdotta la tariffa puntuale, avere macchinari che premiano l’utente, incentivare i controlli ed attivare il progetto Ecoverde-Equoverde 



Rosolina (Ro) - Rifiuti e vaccini. Due i punti particolarmente a cuore di Fulvia Fois, consigliere comunale di Idea per Rosolina, che sono stati affrontati nel consiglio comunale del 27 marzo.

Come sostiene sin dalla campagna elettorale “va introdotta la tariffa puntuale ossia un cittadino deve pagare per quanto produce, dall’altra il cittadino virtuoso, quello che si impegna e impiega tempo e risorse per differenziare al meglio la spazzatura, va premiato”.

L’amministrazione ed Ecoambiente hanno riferito una riduzione della tariffa del 16% circa dal 2012 al 2018. Ma alla Fois non basta, “a Rosolina Mare bisogna fare in modo che i rifiuti siano differenziati come si deve, attraverso un’opera di informazione diffusa e chiara ai turisti e agli operatori economici. - commenta - L’ecocentro deve consentire l’accesso in orari più ampi. Deve essere più serrato il controllo del territorio prevedendo anche la ricerca di chi ha abbandonato rifiuti o non effettuato la raccolta differenziata (indagine ambientale) e successivamente contravvenzionando i trasgressori”.

Fois segnala al consiglio la presenza di macchinari nel territorio di altri comuni ma anche all’estero, per la raccolta di bottiglie di plastica e lattine che premiano l’utente che le consegna: “Facciamo richiesta per averli anche noi - seppur in convenzione con Ecoambiente - perché anche questo è un modo per fare crescere l’utente che differenzia e che ne ha una ricompensa diretta e che quasi certamente ritornerà con altre bottiglie di plastica e lattine da riciclare. Così si innesca un ciclo virtuoso anche e soprattutto nei giovani”.

Durante il consiglio è emersa la proposta da parte di Ecoambiente che trova il consenso di Fois del progetto Ecoverde-Equoverde che consentirebbe ai cittadini che non producono rifiuto verde di risparmiare in quanto il costo del servizio incomberebbe solo su chi ha il verde da smaltire e ne richiede il servizio.

Altro argomento particolarmente caro a diverse giovani famiglie è quello delle vaccinazioni dei bambini in età 0-6 anni. “È imminente l’ultima scadenza utile del 30 aprile prima che i bambini delle scuole dell’infanzia siano espulsi se i loro genitori non hanno prenotato le somministrazioni di vaccini. La legge è legge e va rispettata - ha detto Fois - ma anche contemperata con le esigenze delle famiglie e degli istituti scolastici perché é evidente che l’allontanamento da scuola di questi bambini sarebbe per loro fonte di un trauma ingiusto”.

Il consiglio comunale ha deciso all’unanimità dei consiglieri che il sindaco si adoperi, per quanto di competenza e nel rispetto della normativa vigente, con la Ulss 5 Polesana circa la possibilità di dar corso ad una diversa programmazione vaccinale oltre che per consentire ai bambini della fascia di età 0-6 anni regolarmente iscritti e accettati presso gli istituti scolastici (bimbi che hanno iniziato percorso vaccinale o effettuato prenotazione) di ultimare l’anno scolastico in corso.

30 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo