ASSOCIAZIONI TAGLIO DI PO (ROVIGO) Sabato 24 marzo si è tenuto il concerto di beneficienza a favore dell’operato dell'associazione di volontariato "Foglie Vive" con i "Deja Vu" tribute band di Lucio Battisti

Mi ritorni in mente… è successo! 

Tra ville e giardini 2018

Un concerto per l’associazione che offre, attraverso la coltivazione di prodotti orticoli, dignità e aiuto economico alle persone in difficoltà del paese di Taglio di Po quello che ha organizzato l’onlus Foglie Vive portando sul palco i "Deja Vu" tribute band di Lucio Battisti


 

Taglio di Po (Ro) - Grande successo per il concerto di beneficienza organizzato dall'associazione di volontariato Foglie Vive, sabato 24 marzo in una sala Europa gremita, in collaborazione con l'associazione Città della Musica ed il patrocinio del Comune di Taglio di Po. I "Deja Vu" tribute band di Lucio Battisti, ha fatto rivivere, al numeroso pubblico, le emozioni, i ricordi e le suggestioni che il duetto Battisti-Mogol hanno lasciato al pubblico Italiano. "Il mio canto libero", "Mi ritorni in mente", "Ancora tu" sono solo alcune delle canzoni che la band piacentina ha abilmente suonato durante il concerto animando il pubblico in sala che a stento riusciva a rimanere fermo.

Lo spettacolo, coinvolgente ed a tratti emozionante, ha avuto una finalità benefica e cioè quella di raccogliere fondi a favore dell'operato dell'associazione di volontariato onlus "Foglie Vive". Associazione che da qualche anno, grazie al lavoro di un gruppo di volontari, offre, attraverso la coltivazione di prodotti orticoli, dignità e aiuto economico alle persone in difficoltà del paese di Taglio di Po.

Questa associazione - come detto da alcuni volontari presenti in sala ed in particolare dal suo presidente Daniele Passarella - ha deciso di partire dalla terra e dai suoi frutti per trovare un nuovo inizio per tutte quelle persone particolarmente disagiate che, in questi anni difficili, si trovano a vivere situazioni problematiche, dando a loro la possibilità di ritrovare, in maniera molto umile e con il lavoro, un reinserimento sociale”. 

La solidarietà passa attraverso il lavoro della terra, l'aratura, la coltivazione, la raccolta delle verdure, significa far vivere giorno per giorno un orto sociale. Le persone bisognose vengono segnalate dalla Caritas e dal Comune di Taglio di Po grazie all’ufficio servizi sociali, e curando la semina e la raccolta di verdure vengono ricompensate con buoni lavoro e con gli ortaggi da loro stesse coltivati.

31 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: