BANCADRIA Il merito scolastico viene riconosciuto. Quarta edizione per gli studenti dei soci che si sono distinti tra i banchi di scuola

18 i premiati per i successi del 2017

DOMINA fuori tutto
La quarta edizione del Premio al merito per l’anno 2017, su iniziativa di Bancadria credito cooperativo del Delta,  ha visto, presso la sala degli artisti al Teatro comunale di Adria, la premiazione per 18 meritevoli studenti: 7 perla scuola media inferiore, 5 perla scuola media superiore e 6 per il completamento dei corso di laurea universitario.

Trattasi di: Sofia Barella, Martina Bersani, Fabio Campion, Agnese Travaglia, Matteo Lazzaroni,
Elena Rovigatti e Chiara Maria Vienna Ciciliato (Scuola media inferiore), Giacomo Spinello, Maria Simeoni, Alessia Campion, Giulia Fattorini e Nicolò Rossetti (Scuola media superiore) ed infine Marco Pasqualini, Ignazio Bovo, Gioia Siviero, Alberto Bonora, Linda Toschetti e Pietro Miazzi (per l’Università), tutti premiati dal presidente della banca Giovanni Vianello.

Lo stesso invitato dal vice direttore generale Umberto Perosa, nel ruolo di presentatore,  ha portato inizialmente il saluto ai numerosi presenti a nome personale e di tutto il consiglio di amministrazione che nell’occasione era presente con i vice presidenti Emilio Trevisan e Mosè Davì oltre al consigliere Crestani.

Consegnate ai premiati un diploma di benemerenza al merito, un voucher con la somma a loro destinata ed alcune notizie inerenti alla Banca. Quest’anno tra i premiati anche chi ha ricevuto “il premio al merito” cioè un significativo riconoscimento a chi pur occupato nello studio ha seguito anche altre attività. Al termine foto di rito suddivisi per i 3 gruppi e per chi lo volesse anche foto con i genitori.

Il presidente Vianello nel concludere il pomeriggio di festa ha voluto ricordare come “questo modo di proporci ai soci nasca da un progetto proprio della Banca di 10 anni fa e che si rifà all’art. 2 dello statuto del credito cooperativo che invita le banche cooperative a proporre il benessere economico, sociale e culturale dei soci”.
Ha sottolineato infine l’auspicio di Papa Francesco perché il questo mondo “i giovani siano meno abbandonati a sé stessi e sia loro auspicato di trovare lavoro per la loro crescita umana e spirituale”.
2 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento