PROPOSTA ROSOLINA (ROVIGO) Fulvia Fois, consigliere d’opposizione, rilancia su Porto Caleri: propone un percorso paesaggistico lungo via della Boccavecchia, proprio quella del super intasamento del giorno di Pasquetta 

Il lato positivo di un problema di “massa”: "Rosolina mare è incantevole e si comincia a sapere" 

TedxRovigo

Il lungolaguna lungo via della Boccavecchia, con tanto di panchine, pista ciclabile e running. Da un episodio negativo quale l’incolonnamento senza soluzione di continuità il giorno di Pasquetta da Porto Caleri all’imbocco della Romea (LEGGI ARTICOLO), Fulvia Fois, consigliere comunale di opposizione a Rosolina, rilancia con un progetto paesaggistico e constata quanto la gente cominci ad apprezzare Rosolina mare, “un posto meraviglioso, dai panorami unici”. Anche il sindaco Franco Vitale ha visto un lato positivo nell’intera vicenda, proponendo però un parcheggio scambiatore (LEGGI ARTICOLO)


 

Rosolina (Ro) - “La giornata di Pasquetta a Porto Caleri è stata un successo in termini di gradimento, l’affluenza così numerosa sta ad indicare che la nostra località è meravigliosa, e finalmente non siamo i soli a pensarlo”. Lo vuole vedere assolutamente da un punto di vista positivo Fulvia Fois, consigliere comunale di Idea per Rosolina, il grande intasamento di auto incolonnate per chilometri, che ha portato fino a quattro ore di attesa per il tratto Porto Caleri - imbocco in Romea, nella giornata di Pasquetta del 2 aprile. “Un disagio pazzesco, dovuto in primis al fatto che su via della Boccavecchia, in mancanza di chiare indicazioni su come parcheggiare, chi andava in un senso ha parcheggiato alla propria destra, chi nell’altro dalla parte opposta, inconsapevolmente riducendo la carreggiata che è pure sprovvista di mezzeria. Un imbuto senza vie d’uscita per il semplice fatto che la strada è una sola. La situazione non era migliore negli 8 chilometri che separano Rosolina mare dalla Romea, con la ex strada provinciale 65 che era tutta una colonna di automobili in uscita dalla località marina”.

“Sarebbe stato necessario prevedere il bel tempo e dunque il grande afflusso e anche la necessità di maggiore presenza di vigili e forze dell’ordine,  ma il danno è fatto - sottolinea la consigliere comunale Fois - Questo ci serva da insegnamento per le prossime giornate di sole”. “Oggi abbiamo la consapevolezza - continua - che la nostra località è particolarmente richiesta: l’acqua è limpida, la pineta seppur in parte compromessa dal downburst del 10 agosto scorso, è apprezzata ed é una risorsa da valorizzare,  d’altra parte io sono una fan sfegatata della nostra Rosolina mare e la meravigliosa giornata di lunedì l’ha resa irresistibile”.

Cosa si può fare? “Prima di tutto serve incrementare gli agenti della polizia municipale in servizio la domenica, per il periodo estivo, come sarebbe utile ottenere una convenzione con associazioni o persone volontarie che supportino i vigili urbani nell’organizzare e dirimere il traffico. Anche la creazione di parcheggi esterni al centro per favorire la viabilità  e la scorrevolezza sono una soluzione percorribile” afferma Fois.

Inoltre “questo episodio per certi aspetti molto negativo può essere l’occasione buona per decidere di concretizzare la mia proposta: un lungolaguna proprio su via della Boccavecchia con marciapiedi, panchine - per ammirare il panorama -, e una ciclabile sia per le bici che per il running”. “Proprio su quella via, prospiciente la laguna interna, il panorama ė spettacolare, specie al tramonto, perché non renderlo condivisibile e di più facile fruizione?”. “Ci sono finanziamenti europei messi a disposizione proprio per implementare le risorse turistiche di tipo naturalistico, il lungolaguna della Boccavecchia ci ricadrebbe benissimo come progetto finanziabile”.

Certo, con i bandi il Comune di Rosolina ultimamente ha avuto qualche difficoltà... “se Vitale non considerasse seriamente la proposta, ci penserò io - chiude Fois - non appena diventerò sindaco di Rosolina”.

 

 

 

4 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018