ELEZIONI POLITICHE ROVIGO I rappresentanti parlamentari del Movimento 5 stelle a confronto con cittadini e militanti per valutare insieme le priorità per il territorio

Le quattro stelle dei grillini che brillano grazie al Polesine

Un’occasione importante per i cittadini e gli attivisti pentastellati per gettare le basi per un percorso di reciproco sostegno e progettualità per il territorio in riferimento al programma del Movimento 5 Stelle quella proposta a Rovigo con Orietta Vanin, Francesca Businarolo, Giovanni Endrizzi, Alvise Maniero


 

 

Rovigo - L’Italia è in attesa di avere un governo per realizzare un programma a cinque stelle che tagli privilegi, sprechi e investimenti improduttivi, per rilanciare il Paese. Per il Polesine una certezza però già esiste, anzi quattro. Con il voto del 4 marzo, nei collegi che includevano il Polesine, sono stati eletti quattro rappresentanti in Parlamento ed altri saranno di riferimento.

 

Proprio di questo tema si è parlato venerdì 13 aprile a Rovigo presso la sala Pescheria Nuova dove la cittadinanza e militanti anno potuto confrontarsi con alcuni di loro e valutare insieme le priorità per il territorio in riferimento al programma del Movimento 5 Stelle.

 

Orietta Vanin, eletta Portavoce al Senato con i voti del Polesine, è membro della commissione Cultura eIstruzione; molti sono i progetti che ha già presentato ai cittadini del Polesine in un incontro in cui si affrontò, con addetti ai lavori, il delicatissimo tema della scuola.

 

Alla commissione giustizia viene confermata per un secondo mandato Francesca Businarolo, prima firmataria della legge approvata nella precedente legislatura per la tutela del ‘Whistleblowing’ ovvero per chi denuncia irregolarità e corruzione nella pubblica amministrazione; una lotta appena iniziata che Businarolo intende proseguire nel campo della lotta alla corruzione e per una giustizia più rapida ed efficiente a vantaggio di cittadini e imprese.

 

Al Senato è riconfermato Giovanni Endrizzi, eletto nel collegio Veneto 2 che non comprende il Polesine, ma sarà però un riferimento; è noto a molti per la sua lotta all’azzardo che vede in Polesine livelli record con grave preoccupazione per i cittadini polesani; una lotta che potrà ora proseguire con maggior approfondimento visto la sua nomina alla commissione sanità, ambito questo di estrema delicatezza per il nostro territorio ed in particolare per il Basso Polesine che ha visto stravolgere il sistema a causa della nuova riforma sanitaria regionale.

 

Alvise Maniero è stato eletto alla Camera, dopo essere stato il più giovane sindaco del Movimento 5 Stelle; in 5 anni ha condotto la sua città, Mira, sulla via dell’innovazione amministrativa con grande impegno, lo stesso che metterà a disposizione del territorio polesano. Per Alvise la sfida sarà in commissione Finanze: dalla riforma delle banche e del credito, al taglio delle tasse, l’abolizione di Equitalia, studi di settore, redditometri spesometri e sistemi similari; incentivi ai settori innovativi e a maggior traino occupazionale.

 

E’ stato un momento interessante di confronto, un’occasione importante per i cittadini e gli attivisti per gettare le basi per un percorso di reciproco sostegno e progettualità.

13 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: