FORZA ITALIA L'ex assessore e vicesindaco del comune di Rovigo invita attorno ad un tavolo una trentina di amici amministratori per discutere di politica insieme

Un gruppo di azzurri chiede "Basta personalismi"

Una cena, poco di più, ma il valore ed il titolo dell'incontro è di enorme attualità in questi giorni di preparazione alle prossime elezioni amministrative in tre comuni della Provincia, Adria in primis, ma soprattutto dopo il voto delle politiche dello scorso marzo. Ezio Conchi di Forza Italia invta attorno ad un tavolo per una conviviale una trentina di rappresentanti azzurri della provincia di Rovigo


Rovigo - La voglia di fare politica superando i personalismi, che hanno fatto perdere Adria e che sono costati il vicesindaco anche a Rovigo, ha riunito attorno ai tavoli di un locale a due passi da Rovigo una trentina di rappresentanti di Forza Italia invitati per una conviviale dall’ex assessore del comune capoluogo Ezio Conchi.

Una serata piacevole e riuscitissima a giudicare da quel poco che è rimasto sulla tavola degli azzurri intervenuti, una occasione per stare insieme.
Voleva essere una cena tra pochi amici - commenta Ezio Conchi - invece si sono presentati in tanti, anche sindaci e consiglieri, comunali e provinciali, anche qualche rappresentante di Ente. Avevamo tutti bisogno di parlare insieme di politica, di fare squadra, e ringrazio gli intervenuti tra i quali Marco Trombini, il sindaco Rigotto, i consiglieri Toso, Sguotti, Crivellari, Costa, Pivaro, anche Alberto Zuolo responsabile dei senior di Forza Italia, nonchè i colleghi avvocati Lorenzo Pavanello da Rovigo e Sandra Passadore da Adria”.

Molti gli interventi, positivi e propositivi che hanno evidenziato in sintesi due cose: nessun rappresentante di Forza Italia per le politiche 2018, una sorta di provincia dimenticata dal partito che non ha ascoltato il proprio territorio, la seconda che sarebbe costato molto poco salvare il salvabile, ma non si è voluto fare un passo indietro e da tre mesi la Lega a Rovigo si è presa anche il vicesindaco, mentre ad Adria, per tutelare il vice Federico Simoni si è persa l’amministrazione di centrodestra di Massimo Barbujani.
13 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • La vergogna della politica con la P minuscola

    POLITICA ROVIGO Roberto Magaraggia ricorda i bei tempi quando all’interno dei partiti si discuteva anche animatamente e nascevano giganti come Riccardo ed Ercoliano Monesi o Alberto Brigo e Gianni Magnan. Oggi pochezza e mediocrità

  • Alleanza per "tirare a campare"

    POLITICA ROVIGO Nomine sospette quelle degli esponenti del Partito democratico da parte del sindaco leghista Massimo Bergamin, una tattica per spaccare il partito per alcuni lettori

  • “Grazie al sindaco ora governa il Pd “

    POLITICA ROVIGO Simone Dolcetto ed Ezio Conchi attaccano l’amministrazione per “appoggiarsi” al Partito Democratico e Forza Italia perché rimane muta. Sono stati notevolmente ampliati i poteri di Asm spa guidata da Duò e Riccardi

  • Gli azzurri contro il decreto di Di Maio

    LAVORO ROVIGO Forza Italia ha allestito un gazebo in via Laurenti per raccogliere firme contro il decreto dignità

  • Forza Italia: azzeramento totale dei commissari provinciali

    POLITICA REGIONE VENETO ROVIGO Sospesi tutti i coordinatori provinciali degli Azzurri, lo ha deciso Adriano Paroli, commissario regionale, sopra di lui c'è solo Silvio Berlusconi. Direttivo regionale per venerdì 6 luglio

  • Non c'è più destra o sinistra, ma solo l’alto ed il basso

    POLITICA ROVIGO La riflessione di Filippo Silvestri dopo i risultati elettorali del Partito democratico alle politiche ed alle amministrative. Tanto da fare, ma a beneficio di quali idee?

  • Battaglia vinta dai genitori: scuolabus anche per le scuole medie

    SERVIZI COMUNE ROVIGO La giunta comunale rivede le linee di indirizzo sul servizio di trasporto scolastico e sociale, ripristinandolo anche per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado