RUGBY I “Veci” del Rovigo confermano anche a Vicenza il momento positivo della squadra “over 35” rossoblù ed escono imbattuti 

Due vittorie ed un pareggio 

Un placcaggio di Alessandro Brunello
Tra ville e giardini 2018

Grande prova degli Old del Rovigo alla 11° edizione della Cats’Cup di Vicenza, categoria Rugby over 35. Allo stadio Gobbato, sabato 14 aprile, Alessandro Brunello è stato il miglior giocatore del torneo. Due successi ed un pareggio per i Bersaglieri 
leggi la cronaca di Petrarca Padova - FemiCz Rovigo

leggi le interviste post derby
leggi l'articolo sull'aggressione a Weepu
leggi l'articolo sul Villadose
leggi l'articolo sul Badia
leggi l'articolo sugli Old del Rovigo


Vicenza -  Dopo la positiva prestazioni di sabato scorso contro il Firenze (9 mete a zero per il gli old del Rovigo) e l’ottimo risultato di 15-15 ottenuto contro la fortissima squadra inglese dell’Austell, gli Old del Rovigo confermano il loro momento di forma anche alla Cat’s Cup di Vicenza, dove hanno incontrato le formazioni pari categoria del Pagnacco (Udine), del Verona e della “Florentia” di Firenze. 

20 i giocatori a disposizione dell’allenatore Angelo Visentin, che ha dovuto riorganizzare più volte la formazione a causa di ripetuti piccoli infortuni occorsi durante le partite. Anche in questa occasione i Veci rossoblù sono usciti imbattuti, ottenendo due vittorie e un pareggio. 

Facile la prima partita con i friulani del Pagnacco terminata con il punteggio di 4 mete ad una per il Rovigo (si ricorda che nel rugby old non si calcia dopo la meta), con segnatura iniziale dell’apertura Paolo Previato che simulando il passaggio al primo centro ha potuto piazzare in mezzo ai pali con una finta che ha spiazzato il difensore avversario. Successivamente proprio Previato, elemento fondamentale per il gioco del Rovigo, ha ricevuto un violento colpo al collo che lo ha costretto ad una temporanea uscita dal campo. Pochi minuti dopo i rossoblù hanno perso anche il loro miglior marcatore Fabio Tommasi, a causa di uno stiramento alla coscia che lo ha costretto ad abbandonare definitivamente il campo. In ogni caso i rossoblù, con i rimpiazzi in campo, hanno continuato a macinare gioco, ottenendo altre 3 mete realizzate da Fabio Zogno, da Alessandro Visentin e dal veloce pilone Alessandro Brunello che nonostante il suo ruolo è riuscito a bruciare in velocità l’ala avversaria appoggiando il pallone oltre la linea di meta. Proprio Brunello, al termine degli incontri, è stato individuato come il miglior giocatore del torneo.

Molto più ostica la partita contro il Verona. Gli scaligeri hanno messo in campo la una mischia molto forte e una difesa molto efficace che ha però commesso un unico errore che il mediano di mischia Ferdinando Ganzarolli ha immediatamente sfruttato, infilandosi con un’azione individuale nelle maglie avversare andando a marcare in velocità. L’incontro è terminato 1-1. 

Difficile anche la partita con la Florentia, formazione toscana che il Rovigo non aveva mai incontrato. Nonostante le energie fossero ormai quasi esaurite il gioco del Rovigo è stato molto ordinato e la meta della vittoria (la partita è terminata per una meta a zero) è stata marcata dal pilone William Gobbo, dopo una serie di percussioni degli avanti sui 5 metri avversari.

“Le difficoltà di oggi sono arrivate dagli infortuni - ha spiegato Paolo Previato, mediano di apertura dei Veci - che hanno costretto il nostro allenatore Visentin a continui cambi di ruolo. Fortunatamente abbiamo giocatori di qualità come Brunello che giocano in prima linea ma hanno la velocità delle ali. Sabato scorso abbiamo giocato partite difficili e non siamo riusciti a recuperare tutti inostri giocatori per le partite odierne, oggi eravamo già rimaneggiati e ci siamo dovuti riadattare più volte. Non è stato facile. Comunque ottimo risultato complessivo.”.

“Quando si hanno nella rosa della squadra giocatori che hanno fatto agonismo tanti anni  - commenta coach Visentin - è più facile effettuare spostamenti di ruolo. D’altronde abbiamo giocato 5 partite in 7 giorni, una delle quali molto difficile con gli inglesi dell’Austell. Qualche defezione era prevista ma oggi effettivamente siamo andati un po’ oltre. In ogni caso, dopo un 2017 in cui non abbiamo mai perso, ci stiamo confermando anche nel 2018. E’un periodo positivo molto lungo destinato prima o dopo ad interrompersi, cercheremo di farlo durare il più possibile.”

 

 

 

15 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo