SHOPPING ROVIGO La rivitalizzazione dei negozi in cento storico sembra essere collegata all’apertura delle strade di collegamento. Una ipotesi per dare slancio a via Badaloni sarebbe quella di poter aprire via Trento

Il traffico che aiuta il commercio 

Tra ville e giardini 2018
Un provvedimento che potrebbe servire a rivitalizzare il commercio e l'afflusso in centro, la possibile apertura di via Trento che garantirebbe un po’ di respiro ai commercianti. Ma questa è una idea che per l’assessore Luigi Paulon andrà studiata con giunta e polizia locale 

Rovigo - E’ allarme per il commercio in centro storico tra vetrine di negozi abbandonati, ma anche botteghe storiche che piano piano chiudono. Se il problema nel cuore del centro si fa sentire, la situazione è ancora più grave in quelle vie di collegamento, come nel caso di via Badaloni per la quale l’amministrazione sta studiando alcune ipotesi per rivitalizzarla e la possibile apertura di via Trento potrebbe essere una. 

Preoccupazione per il deserto in cui si trasforma il centro di Rovigo, "l’amministratore intende effettuare un censimento sulle attività commerciali e le residenze in centro storico, per interrompere la continua moria” afferma l’assessore al commercio e viabilità Luigi Paulon.

Resta il fatto che l’unica speranza al momento sembra quella di rendere le vie del centro aperte al traffico con agevolazioni come succederà prossimamente con parcheggi gratuiti dopo le 18 e il Corso aperto il sabato pomeriggio (LEGGI ARTICOLO). 

Una nuova idea che potrebbe dare respiro a via Badaloni sarebbe quella di aprire via Trento, la strada che collega il viale principale di attraversamento cittadino al Duomo di Rovigo e che immette in via Badaloni “ma su questo mi confronterò con polizia locale e giunta” sostiene Paulon. 
17 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo