TRUFFA ARQUA’ POLESINE (ROVIGO) Entrano in casa spacciandosi per dei conoscenti e rubano il libretto della pensione

Attenzione a quei due 

TedxRovigo

Girano in coppia, suono alla porta, la frase tipo è “salve come sta, si ricorda di me?”, la persona anziana apre, magari gentilmente offre un caffè, il tempo di distrarsi un secondo, e il colpo è fatto. 


Arquà Polesine (Ro) - Ci risiamo. Una coppia si aggira per i paesi in cerca di vittime da derubare con l’inganno. E’ successo martedì 17 aprile ad Arquà Polesine, una coppia di anziani ha ricevuto la visita di due soggetti (a quanto pare due donne), con la scusa del “ti ricordi? sono….” hanno aperto la porta, due chiacchiere, il tempo di distrarre uno dei due, e in un batter di ciglia i due malviventi si sono dileguati con il libretto della pensione. E’ bastato un attimo. 

Per fortuna, si fa per dire, il bottino è magro, all’interno del libretto non c’era nulla, ma l’attenzione delle forze dell’ordine già in passato è stato rivolta a casi di questo tipo. Lo stesso questore Fabio Cilona più volte ha espresso profonda amarezza per questo tipo di reati che colpiscono persone indifese, anziani che vengono tratti in inganno con un sorriso, una bugia.  

 

 

19 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018