COMUNE SAN BELLINO E CASTELGUGLIELMO (ROVIGO) Il mega impianto italiano per la prima volta apre le porte a non addetti ai lavori. A scoprirlo sono stati gli alunni delle classi quarte dell’Ipsia di Badia Polesine

Il parco fotovoltaico come nuova attrazione culturale in Polesine

Tra ville e giardini 2018
L’impianto fotovoltaico più grande d’Italia è stato oggetto di visita degli alunni delle classi quarte dell’Ipsia di Badia Polesine che hanno visitato l’edificio foresteria interamente ristrutturato 

San Bellino e Castelguglielmo (Ro) - Nel piccolo comune di San Bellino le novità non mancano. Nella mattinata di giovedì 19 aprile, alla presenza dei sindaci di San Bellino e di Castelguglielmo, per la prima volta l'impianto fotovoltaico più grande d’Italia sito nella macroarea industriale di Castelguglielmo/San Bellino è stato aperto ai non addetti ai lavori, per la precisione ad una scolaresca polesana.

Si tratta delle classi quarte dell’Ipsia di Badia Polesine, accompagnate dai professori Luca Baldo e  Marta Mancin. Le classi sono state guidate all’interno dell’area fotovoltaica da rappresentanti della società Delos Power che gestisce in esclusiva tutte le attività di gestione e manutenzione del sito per la proprietà Tages Helios, fondo italiano di investimento alternativo immobiliare e interamente destinato a investimenti nel settore fotovoltaico in Italia.

Circa otto mesi fa, un colloquio tra il sindaco di San Bellino ed il responsabile dell’asset management della Tages Pietro Pacchione, ha prodotto idee utili per la ristrutturazione di un edificio sito nell’area dell’impianto. Oggi quelle idee sono divenute realtà e in tempi record sono state concretizzate: l’edificio foresteria è stato interamente ristrutturato e sta divenendo un centro operativo/sala controllo volto anche allo sviluppo di nuove tecnologie connesse al fotovoltaico, oltre che un luogo per la formazione, idonea per attivare il “Progetto scuole”, cioè aprire l'impianto alle scuole primarie e secondarie e ad altri soggetti interessati alla visita guidata per conoscere più da vicino le energie rinnovabili. Questo edificio foresteria viene alimentato da pannelli fotovoltaici e quindi è ad impatto zero. La proprietà ha investito sulla mobilità elettrica installando all’interno del sito colonnine di ricarica per permettere la mobilità all’interno dell’area solo con veicoli elettrici. 

Questo impianto ha una potenza di 70 MW, produce energia sufficiente a coprire il fabbisogno energetico annuale di circa 33mila famiglie ed evita l’immissione in atmosfera di circa 44mila tonnellate di CO2.
 
20 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Tutto pronto per l’ottocentesca tombola della Società operaia

    BADIA POLESINE (ROVIGO) Una consuetudine che è fissata per il 14 agosto a mezzanotte, ma anche un evento atteso con trepidazione dalla popolazione non solo per il maxi premio di 5mila euro ma anche per le radici storiche

  • Cerca di fuggire con 96 chili di caffè in auto, preso 

    CARABINIERI BADIA POLESINE (ROVIGO) Un nomade 22enne è finito nei guai: la sera del 7 agosto ha tentato di fuggire per le campagne ma è stato preso e denunciato per ricettazione

  • Al via la quarta edizione

    CULTURA SAN BELLINO (ROVIGO) Ritorna Cantiere Arte, l’appuntamento è fissato per venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre

  • In macchina per le vie del centro con la droga 

    BADIA POLESINE (ROVIGO) Un 32enne badiese si aggirava in auto con fare sospetto. I cittadini allarmati hanno chiamato i carabinieri che gli hanno rinvenuto un grammo di hashish addosso

  • Restauro museale, i solai creano grattacapi

    BADIA POLESINE (ROVIGO) Il restauro del Baruffaldi subirà quasi sicuramente dei ritardi. Si attende la verifica della staticità dell’immobile

  • Il Grest si ferma solo la settimana di ferragosto

    ATTIVITÀ BADIA POLESINE (ROVIGO) Ultima settimana di animazione estiva per bambini dell’infanzia e della scuola primaria che hanno svolto una rappresentazione teatrale sulla Divina Commedia. Dal 20 agosto si riprende 

  • Un accordo per 25 anni

    TECNOLOGIA BADIA POLESINE (ROVIGO) Nuovo accordo tra Comune e Galata spa che in cambio di tre terreni per la gestione di stazioni radio base e per impianti di telefonia mobile darà 135mila euro 

TedxRovigo