TECNOLOGIA TRECENTA (ROVIGO) Investiti 670mila euro per l’arrivo della fibra ottica per 1500 abitazioni. Anche altri 10 comuni sono interessati 

Cablatura per 35mila famiglie al passo con i tempi 

TedxRovigo

A San Bellino, Ficarolo e Salara i lavori sono già partito ma presto la banda ultralarga arriverà in altri comuni dell’Altopolesine tra cui Trecenta dove ci sarà un investimento di 670mila euro che garantirà la fibra veloce in abitazioni e le sedi della pubblica amministrazione 



Trecenta (Ro) - Open Fiber continua il suo percorso di installazione della banda ultra larga nei comuni del Polesine, Partita dal comune di San Bellino (LEGGI ARTICOLOil piano di cablaggio di Open Fiber arriva nell'alto Polesine. 

A Trecenta la società ha incontrato 11 sindaci per raccontare ai cittadini l'arrivo della fibra ultra veloce e quali saranno gli interventi che impatteranno sulle città interessate dai lavori. Questo progetto si è reso possibile grazie alla convenzione firmata tra il ministero per lo Sviluppo Economico, la Regione, i Comuni interessati e Infratel Italia.

All'incontro hanno preso parte i sindaci di Bagnolo di Po, Calto, Canda, Castelguglielmo, Castelnovo Bariano, Ceneselli, Ficarolo, Giacciano con Baruchella, Salara, San Bellino, Trecenta. Per Open Fiber era presente il regional manager del Veneto Federico Cariali. In tre di questi comuni i lavori sono già partiti: San Bellino dove sono quasi terminati) Ficarolo e Salara (entrambi oltre il 40% delle lavorazioni). Open Fiber sta procedendo con le progettazioni per la posa della fibra ottica e nelle prossime settimane aprirà cantieri negli altri comuni. Il progetto negli undici comuni prevede un investimento pubblico complessivo di circa 3,5 milioni di euro per il cablaggio di circa 35mila unità immobiliari. 

A Trecenta saranno investiti oltre 670mila euro per raggiungere con la fibra ultra veloce circa 1500 unità immobiliari ed un centinaio con la tecnologia fixed wireless. La società utilizzerà ove possibile cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l'impatto sul territorio. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale. Open Fiber provvederà ad eseguire anche i ripristini delle strade interessate dai lavori. Una volta conclusi i lavori, l'utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi impossibile in alcuni luoghi del territorio. Anche le sedi della pubblica amministrazione saranno connesse con la fibra ottica, al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di aumentare la produttività e la competitività delle imprese presenti sul territorio. 

21 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018