​​​​​​​POLIZIA MUNICIPALE CEREGNANO (ROVIGO) Il protocollo d’intesa sulla sicurezza con Adria autorizza Pierantonio Moretto a 12 ore settimanali supplementari per coordinare i due agenti in loco 

In paese arriva il comandante di Adria 

Baccaglini VW locator
Ceregnano avrà un comandante della Polizia municipale da maggio a fine agosto, preso a prestito da Adria. Il protocollo d’intesa tra i due comuni sigla questa opportunità per il comune guidato da Ivan Dall’Ara


Ceregnano (Ro) – Pierantonio Moretto, comandante della Polizia locale di Adria, spenderà fino ad un massimo di 12 ore settimanali a coordinare i due agenti di polizia locale di Ceregnano. Da dipendente pubblico a tempo indeterminato a 36 ore passerà quindi a 48 grazie ad un protocollo di intesa tra il comune guidato da Ivan Dall’Ara e quello commissariato da Carmine Fruncillo.

Dal comune di Adria si autorizza l’uso del materiale in possesso a Moretto nel servizio extra di Ceregnano, sottolineando che l’impegno di Ceregnano è autorizzato solo al di fuori dell’orario di servizio di Adria.
Il doppio incarico di Moretto è a termine, da inizio maggio a fine agosto 2018 e dovrebbe servire a migliorare la sicurezza nel territorio di Ceregnano nell’ottica di una eventuale fusione con Villadose. “Una opportunità ed una responsabilità di cui mi faccio carico volentieri – il commento di Pierantonio Moretto – per la quale devo ringraziare il commissario Fruncillo per aver accettato in ottica collaborativa tra amministrazioni limitrofe l’utilizzo di personale dipendente del proprio Comune a beneficio di un altro, meno strutturato, che non avrebbe modo di avere una figura come quella del comandante di Polizia locale, ma che ha dei problemi di sicurezza che vorrebbe risolvere”. 
Nel protocollo d’intesa si legge tutta la disponibilità alla collaborazione senza però che Adria ne abbia danno: “In nessun caso l’utilizzazione del dipendente presso il comune di Ceregnano, dovrà̀ pregiudicare il normale svolgimento dei compiti ed obiettivi assegnati al citato dipendente nel comune di appartenenza né contrastare con le esigenze, anche non prevedibili, del servizio di assegnazione, restando salva la facoltà̀ del Comune di Adria, in presenza di fattori sopravvenuti anche connessi al raggiungimento degli obiettivi assegnati, di revocare con efficacia immediata l’autorizzazione allo stesso sottesa”.
 
 
28 aprile 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento