SERVIZI COMUNE MELARA (ROVIGO) Il sindaco Paola Davì ha deciso di non rinnovare più la convenzione con il Consorzio di polizia locale Polesine Superiore e si unisce al comune di Castelnovo Bariano 

La polizia municipale del paese cambia partner 

Il consorzio di polizia locale Polesine superiore perde un comune: è quello di Melara del sindaco Paola Davì che ha ritenuto non rinnovare la convenzione dal fatto che alcune richieste non siano state prese in carico. La sindaca ha sottoscritto una convenzione con Castelnovo Bariano per rispondere meglio alle molteplici esigenze previste dalla legge



Melara (Ro) - Il Comune di Melara non fa più parte del consorzio di polizia locale Polesine Superiore (distretto Ro 3 B), in scadenza il prossimo 8 giugno.
Lo ha annunciato nell’ultimo consiglio comunale il sindaco di Castelmassa Eugenio Boschini che ha ricevuto una breve mail di recesso da parte del Comen che invece ha sottoscritto una convenzione con Castelnovo Bariano per il servizio unificato di polizia locale.

Il consorzio è nato nel 1997 per impulso dell'allora primo cittadino Giuliana Gulmanelli ed aderirono subito Castelmassa, Ceneselli, Melara, Bergantino e Castelnovo Bariano (uscì nel 2006); poi si aggiunsero Salara e Calto.

La sede del comando è a Castelmassa, le sedi decentrate sono invece a Bergantino e Calto, comandate a titolo di vice commissario il dottor Simone Pellegrinelli. Da anni questa polizia locale è armata di pistola d'ordinanza e svolge molteplici compiti territoriali: infortunistica stradale; contravvenzioni in base al 681 del codice ella strada; contenzioso; front-office; accertamenti vari; investigazione; polizia giudiziaria; ambiente; commercio... Ciò in collaborazione con le altre forze dell'ordine.

"L'amministrazione che rappresento non ha ritenuto opportuno rinnovare la convenzione, - afferma Davì - i cui termini risalgono ad oltre un ventennio fa e mai rinnovati, mentre il mondo è cambiato radicalmente, questo uno dei motivi. Inoltre il nostro vigile è a disposizione del comando massese per 36 ore settimanali di cui la metà da noi; le esigenze nostre sono aumentate e, non potendo assumere un altro agente, abbiamo chiesto di avere il nostro per più ore ma ci è stata respinta l'istanza. Inoltre la presenza della polizia locale a Melara è ridotta al minimo a livello di prevenzione, si fanno contravvenzioni sul territorio ma Melara vede pochi riscontri monetari. Da ultimo sono evidenti problemi logistici”.

Mercoledì 9 maggio la sindaca melarese ha incontrato in municipio a Castelnovo Bariano il collega Massimo Biancardi per cui “si è deciso - affermano insieme i due primi cittadini - di firmare una convenzione per il servizio unificato di polizia locale, accordo che entrerà in vigore il prossimo 9 giugno, dopo la preventiva approvazione dei nostri consigli comunali. Ciò permetterà di essere più presenti sul territorio in collaborazione con i carabinieri di Castelmassa e di rispondere meglio alle molteplici esigenze previste dalla legge”.
 

9 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: