AMBIENTE PORTO TOLLE (ROVIGO) Il comune impegna la somma complessiva di poco più di 12mila euro per resistere al ricorso presentato al Tar del Veneto da parte della società agricola “Erica srl" per l’allevamento di polli 

Il Comune resiste al Tar contro l’azienda dei polli

TedxRovigo
La società agricola "Erica" per l’allevamento di polli non ci sta alla variante al Piano degli interventi del comune di Porto Tolle che impedisce la realizzazione di tre allevamenti avicoli intensivi a Polesine Camerini in zona agricola

Porto Tolle (Ro) - Il Comune di Porto Tolle non vuole in polli nel suo territorio. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Bellan infatti ha deciso di resistere al ricorso presentato al Tar del Veneto da parte della società agricola "Erica" contro il provvedimento del Comune con il quale si sono avviate le procedure di formazione della variante al Piano degli interventi (LEGGI ARTICOLO), impegnando a bilancio la somma complessiva di poco più di 12mila euro per dare il mandato di difendere le ragioni del Comune all’avvocato Mario Barioli del foro di Venezia.

Il 12 febbraio era passata la variante che avrebbe dovuto mettere fine sulla proposta di realizzazione di tre allevamenti avicoli intensivi a Polesine Camerini, presentata proprio dalla società emiliana poiché veniva precisato che in zona agricola non possono essere realizzati allevamenti se non funzionali al fondo agricolo. 

Il giorno dopo l'approvazione della variante l'azienda aveva presentato una nuova documentazione integrativa relativa a due impianti (il cosiddetto Camerini 1 ed il Camerini 3) che erano in programma di essere realizzati uno in via Corridoni Sud e l'altro in via Fratelli Bandiera Sud, il titolare dell’azienda ha fatto ricorso. Ora l'amministrazione ha deciso di resistere per difendere un provvedimento votato come scelta strategica di politica territoriale attraverso uno strumento urbanistico.
10 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018