ELEZIONI COMUNE PORTO TOLLE (ROVIGO) La Lega rappresentata da Pako Massaro ha deciso di sostenere la candidatura a sindaco di Roberto Pizzoli. Tania Bertaggia e Riccardo Gibin sono i due candidati consiglieri 

Nel Delta il Carroccio si schiera con Pizzoli

TedxRovigo

La sezione locale della Lega si presenta alle amministrative comunali sostenendo il candidato sindaco Roberto Pizzoli portando in lista i candidati consiglieri Tania Bertaggia e Riccardo Gibin con l’obiettivo di far ritornare a dialogare il comune con la Regione e con lo Stato  



Porto Tolle (Ro) - Arriva il supporto della Lega per Roberto Pizzoli, candidato sindaco di Porto Tolle alle prossime elezioni amministrative con l’inserimento in lista dei consiglieri Tania Bertaggia e Riccardo Gibin. 

“Il Comune ha delle necessità che la squadra Bellan non sa e non è in grado di soddisfare come ha dimostrato negli ultimi 5 anni - afferma Pako Massaro, commissario della sezione locale - Il sindaco è scollegato dalla Regione e ora che non ha più l’appoggio del Pd nè a Venezia nè a Roma, è rimasto solo. A sostegno della lista Pizzoli ci sono soprattutto ragazzi giovani di diverse estrazioni e provenienti da diversi settori della società civile: ci sono pescatori, appartenenti ad associazioni, imprenditori e liberi professionisti, operai e appartenenti al mondo dell’agricoltura senza tralasciare chi lavora nel turismo”. 

“Una maggioranza con la Lega al suo interno - commenta Massaro - permetterebbe un rapporto immediato con gli apparati regionali attraverso un dialogo diretto e costruttivo non ostile e provocatorio come quello sinora manifestato dalla giunta Bellan. È sotto gli occhi di tutti la volontà della Regione di voler intervenire sul porto di Pila con 700.000 euro. Se il sindaco sarà più lungimirante e propositivo e meno astioso e accusatorio, il dialogo con le varie strutture sarà più proficuo e porterà certamente a maggiori interventi strutturali per Porto Tolle soprattutto per migliorare la vivibilità della cittadinanza e sostenere le esigenze delle attività produttive”. 

Tra i punti del programma viene evidenziata la progettazione con gli operatori della pesca di una nuova strategia per la vivificazione delle aree peschive “che preveda lo scavo continuo dei canali, il mantenimento della navigabilità delle bocche di porto e la valorizzazione del prodotto pescato. - continua Massaro - Per l’agricoltura ci si impegnerà a valorizzare i prodotti tipici della zona con politiche attive sfruttando i marchi e le risposte della regione e delle associazioni locali, prevedendo anche la trasformazione dei prodotti del territorio e creando altresì una filiera con gli altri settori quali pesca e turismo. Il turismo verrà rifondato, lasciando tutti quei progetti che la giunta Bellan ha accarezzato come il mega allevamento di polli, e concentrando le energie sulla promozione del territorio ed investimenti attraverso fondi nazionali e comunitari per creare aree e oasi turistiche oltre che a piste ciclabili e percorsi per visitare le nostre aziende produttive”.   

Il progetto della Lega è già stato visto dal governatore Luca Zaia “che aiuterà la squadra a vincere e cambiare Porto Tolle” conclude Massaro. 

 

 

 

11 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018