SICUREZZA STRADALE ROVIGO Venerdì 18 maggio al centro commerciale La Fattoria sono state premiati gli studenti delle scuole medie e superiori che hanno partecipato al progetto Vado sicuro 

L’etica parte dalla strada, i ragazzi lo sanno

Premiati i lavori multimediali, opere grafiche, slogan, e coreografie delle scuole medie e superiori del territorio belli, interessanti e profondi nel loro messaggio sul valore delle regole e dell’educazione alla sicurezza all’interno del progetto Vado Sicuro 


Rovigo - Dopo la premiazione di giovedì 17 maggio dedicata ai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie (LEGGI ARTICOLO) venerdì 18 maggio presso il centro Commerciale La Fattoria, i protagonisti di Vado sicuro sono stati i ragazzi delle scuole secondarie.
Ad ogni edizione si ripete l’emozione e l’entusiasmo di una festa che ha lo scopo di premiare le scuole, ma anche e soprattutto di trasmettere a tutta la comunità il senso di questo percorso lungo ormai 15 anni: continuare a ribadire il valore delle regole, a educare alla sicurezza, senza mai stancarsi.

I ragazzi lo hanno fatto come ogni anno utilizzando gli strumenti a loro più familiari, a partire da quelli multimediali, producendo lavori sul concetto di sicurezza e di regola, cogliendo l’occasione di Vado Sicuro per lavorare insieme. 

“Vado Sicuro - sottolinea il presidente della Provincia di Rovigo Marco Trombini - dà un contributo importante nell’ambito dei processi educativi delle nostre scuole. L’educazione stradale può dare un grandissimo contributo all’acquisizione di consapevolezza sul valore etico civile delle norme sulla responsabilità e sul rispetto come stile di vita”. 

A fianco della Provincia di Rovigo c’è Adriatic Lng, società che da tempo contribuisce a valorizzare iniziative sportive, culturali ed educative in Polesine. “Il progetto Vado Sicuro rappresenta un’opportunità di condivisione e crescita che coinvolge migliaia di giovani della Provincia di Rovigo. Il suo crescente successo è fonte di orgoglio per noi di Adriatic Lng, società che ha fatto della sicurezza la sua priorità e un valore aziendale da diffondere anche all’esterno, nella vita di tutti i giorni” ha dichiarato Matteo Garrino, responsabile della base operativa di terra di Adriatic Lng. 

A sostenere Vado Sicuro e ad applaudire i ragazzi e gli insegnanti c’erano proprio tutti: Cristiano Corazzari, assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione del Veneto, Marco Trombini, presidente Provincia di Rovigo; Matteo Garrino, responsabile della base di terra di Adriatic Lng; luogotenente Giuseppe Scarcella, della Guardia di finanza di Rovigo; Lucio Renesto dell’associazione familiari vittime della strada; luogotenente Giancarlo Macrì dei Carabinieri di Rovigo; istruttore Gianpietro Ferriani, Polizia Locale Rovigo, Marco Cavallaro, direttore del centro La Fattoria.

In rappresentanza del mondo dello sport: Giacomo Biffi, Atleta di Rugby Rovigo Delta.
Corazzari ha salutato i ragazzi facendo loro i complimenti per l’impegno e il lavoro svolto: “Voi – ha detto – potete diventare a vostra volta divulgatori e promotori delle regole, aiutando anche gli adulti a rispettarle”.
Difficile il compito di scegliere i lavori primi classificati: i ragazzi hanno infatti messo in moto tutta la loro creatività, realizzando lavori multimediali, opere grafiche, slogan, e coreografie davvero belli, interessanti, profondi nel loro messaggio. Proprio alcune studentesse della scuola media di Grignano si sono esibite in coreografie e balletti che hanno entusiasmato il pubblico presente.

Nel corso della cerimonia è stata consegnata una targa agli organi di informazione del territorio, tra cui Rovigooggi.it, per l’impegno nel divulgare il messaggio di Vado Sicuro.

Le scuole medie premiate sono state quella di Grignano Polesine che ha ottenuto il primo posto e 250 euro, al secondo posto la Leonardo da Vinci di Papozze e la Casalini di Rovigo con un buono acquisto di 200 euro, terzo premio da 150 euro alle medie Riccoboni di Rovigo, Don Silvio Marchetti di Loreo, Marin Snudo il Giovane di Rosolina, Vittorino Carravieri di Crespino, Alberto Mario di Lendinara, Monsignor Porta di Villanova del Ghebbo, e Palladio di Fratta Polesine. 

Per quanto riguarda le scuole superiori sono state premiate l’Enzo Bari di Badia Polesine al primo posto e 250 euro, e terzo premio con un buono acquisto di 150 euro all’Ipsaa Bellini di Trecenta, il liceo artistico Munari di Castelmassa e l’istituto Primo Levi con sede Luigi Einaudi di Badia Polesine. 
18 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: