MOTOCICLISMO ROVIGO Mirko Zappon del motoclub Rosolina Mare, sale sul podio della seconda tappa della coppa Italia CV 600 "E’ stata una vittoria amara"

Prima vittoria e pensiero rivolto a Federico Casarin

Tra ville e giardini 2018

Il pilota di Porto Viro, Mirko Zappon, vince a Misano, ed ha subito un pensiero per Federico Casarin deceduto lunedì (LEGGI ARTICOLO) http://rovigooggi.it/articolo/2018-05-22/non-ce-l-ha-fatta-il-centauro/.


Porto Viro (Ro) - ”E’ stata una vittoria amara quella che mi ha portato sul podio lo scorso week end - esordisce così il pilota del Motoclub Rosolina Mirko Zappon - Una vittoria per aver coronato un sogno tanto rincorso: la mia prima volta sul gradino più alto del podio; un’amarezza per la  morte di Federico Casarin”. Il giovane centauro uscito di strada sabato 19 Maggio in seguito ad un malore  e poi deceduto all’ospedale di Padova lunedì sera (LEGGI ARTICOLO). Giornata di rientro dalla due giorni di gare disputate nel circuito di Misano, dove Mirko Zappon è stato l’indiscusso protagonista della seconda tappa della coppa Italia CV 600.

”Siamo riusciti a trovare la giusta simbiosi di gruppo, per la due giorni di gare nel circuito di Misano. Nel pomeriggio di Venerdì abbiamo segnato il miglior tempo al secondo giro lanciato, per poi nella giornata di sabato conquistare il gradino più alto del podio sia nella categoria under 30 sia come 1 assoluto. Ho fatto registrare il giro più veloce delle gare. Nella giornata di domenica abbiamo riconfermato il primo posto nella categoria under 30 e ci siamo piazzati al secondo posto assoluto” Parla al plurale il giovane pilota portovirese per sottolineare l’importanza  del suo staff, da Eugenio Bernardinello, responsabile per il settore velocità e Nicolò Mancin in qualità di meccanico ai suoi supporter:il fratello Marco, pilota di motocross e la sorella studentessa Michelle. Seguiti da una trentina di fans che lo hanno sostenuto dalle tribune del circuito di Misano durante le gare.”I miei genitori fanno il tifo da casa-sottolinea Mirko- per scaramanzia”

“Nella prima tappa della coppa Italia CV 600 disputata al Mugello, siamo andati con un tempo meteo balordo e non eravamo concentrati al punto giusto. Tant’è che in gara agli ultimi giri si è messo a piovere ed io e altri due piloti che mi precedevano siamo caduti. Le gomme erano per l’asciutto. A quel punto mi sono alzato ed ho finito la gara, portando a casa punti preziosi per la classifica generale e per quella che è stata la mia prima vittoria come pilota”

“Ora stiamo lavorando per la prossima tappa, prevista a Vallelunga. Una trasferta impegnativa”. Venerdì l’ultimo saluto a Federico.

 

 

 

25 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Ancora in lotta per il titolo italiano

    MOTORI ARIANO NEL POLESINE (ROVIGO) Il pilota di Rivà Michele Mancin porta a termine, al quarto posto, la trasferta a Cronoscalata Trento – Bondone 

  • 200 gioiellini d’epoca a due ruote faranno tappa a Lendinara 

    MOTORI MILANO - TARANTO Martedì 10 luglio tantissimi equipaggi provenienti da tutto il mondo attraverseranno la città polesana su gioiellini d’epoca a due ruote. Tutto il percorso sarà di 1800 chilometri 

  • Gara decisiva 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, è obbligato a dimenticare, in fretta, la sfortuna patita anche ad Ascoli Piceno, per cercare di rilanciarsi nel Civm, questo weekend, in Trentino

  • Altro calvario per Mancin alla Paolino Teodori

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, sembra non vedere la luce alla fine del tunnel, chiudendo con un quarto posto, al termine dell'ennesimo weekend denso di problemi tecnici

  • Silvia Bedon campionessa del Veneto 

    MOTOCROSS ROVIGO La polesana Silvia Bedon conquista il titolo Veneto femminile classe 250 CC

  • Coppa Paolino Teodori In arrivo 

    MOTORI ROVIGO l pilota di Rivà, Michele Mancin, in vista del quarto round del Campionato Italiano Velocità Montagna, confida nell'aiuto della dea bendata per ridurre il gap dalla vetta

  • Terzo posto con rimpianto 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, nel terzo atto del Civm, vive un weekend costellato da problemi tecnici,  riuscendo comunque a salire sul gradino più basso del podio