CALCIO SECONDA CATEGORIA ROVIGO Il Granzette del presidente Alfredo Verza vorrebbe giocare allo stadio Gabrielli, sfuma definitivamente la cordata Benasciutti-Simeoni

Da fuori provincia non sono graditi, il Granzette bussa alla porta

Alfredo Verza presidente della Polisportiva Granzette
Confartigianato evento 21 novembre 2018

Difficile che qualche società possa essere interessata a uno stadio che costa di gestione almeno 50 mila euro l'anno, tenendo conto che esiste già una convenzione fino al 2024 utilizzata dal settore giovanile dell’Asd Rovigo (LEGGI ARTICOLO). Il Granzette si candida per utilizzare il campo principale “pagando l’affitto”, la Turchese è corteggiata da Palazzo Nodari che nel frattempo ha un accordo verbale con il Boara Pisani (LEGGI ARTICOLO). Di sicuro la Terza categoria così come è stata concepita l’ultima stagione non serve. La settimana prossima di deve obbligatoriamente decidere per evitare un secondo autogol politico


Rovigo - L’Asd Città di Rovigo è destinato ai titolo di coda. Nuovo film ancora da scrivere ma da Palazzo Nodari filtrano posizioni nette, mai più non rodigini al Gabrielli. L’esperienza bresciana è stata un fallimento (LEGGI ARTICOLO) e la cordata rappresentata dall’imprenditore Roberto Benasciutti e dall’ex direttore biancazzurro Daniele Simeoni (LEGGI ARTICOLO), non viene vista di buon occhio.

Qualche giorno fa presidente del Boara Pisani (LEGGI ARTICOLO) aveva confermato l’esistenza di un accordo con l’assessore allo Sport Andrea Bimbatti, un titolo sportivo da portare a Rovigo, ma sul fronte delle possibilità c’è anche la Turchese che sta dominando i playoff di Seconda categoria (LEGGI ARTICOLO) ed ha già un piede e mezzo in Prima (stesso campionato del Boara Pisani). Una cosa è certa, se dovrà essere una società di rodigini doc la seconda possibilità è quella più accreditata, ma a Boara Pisani si sentono già sicuri

Il vicensindaco Andrea Bimbatti ha dichiarato che la scelta sarà la migliore possibile per la città, di sicuro la Terza categoria non lo è, a meno che non ci sia un progetto serio e solido. Questione gestione dello stadio ancora da scrivere, esiste una convenzione fino al 2024 stipulata con Malvino Cervati ed attualmente “utilizzata” dall’Asd Rovigo con tanto di delibera di Giunta (LEGGI ARTICOLO). Se la si vuole cambiare bisognerà andare a bando, ciò significa almeno sei mesi di tempo che Palazzo Nodari non ha.

Sempre tenendo conto che per portare una società al Gabrielli servono tempi tecnici non indifferenti, e per il cambio di denominazione e sede legale la dead line è poco più di metà giugno.

Assessore Bimbatti che conosce bene il regolamento della Figc essendo un dirigente del Boara Polesine, ha già preso contatti con i vertici dell’unico vero referente per questioni di questo tipo, ovvero la Federazione.

In questo contesto spunta anche l’interessamento del Granzette all’uso dell’impianto del club del capoluogo, come sottolinea il presidente Alfredo Verza: “Saremmo interessati ad usare il campo del Gabrielli per la prossima stagione, con l’intenzione di pagare l’affitto, militando con la prima squadra all’interno di un nuovo complesso, perché la nostra sede è troppo piccola.” Sembra quindi esserci, chi vorrebbe nella prossima stagione usare il manto erboso del Gabrielli per disputare le proprie partite, e sembra non essere l’Asd Città di Rovigo. Pagando, ovviamente, è questa è una novità.

Andrea Rizzatello

 

29 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Baccaglini VW locator

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento