CARABINIERI ROVIGO I militari dell’Arma hanno denunciato per furto aggravato uno slavo 34nne, residente a Giacciano con Baruchella

Sfondavano le vetrate dei negozi con i tombini

Dopo una complessa indagine i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rovigo hanno individuato uno dei responsabili dei furti commessi a Lendinara e Badia Polesine


Giacciano con Baruchella (Ro) -  Tra i mesi di ottobre 2017 e febbraio 2018 a Lendinara e Badia Polesine (LEGGI ARTICOLO) una serie di furti (LEGGI ARTICOLO), con lo stesso modus operandi, avevano messo in allerta i militari dell’Arma. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile al termine di complessa attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria una persona già nota alle Forze dell’Ordine di origine slava di 34 anni residente a Giacciano con Baruchella, per furto aggravato in diversi esercizi pubblici del tipo bar, negozi e macelleria. 

Lo stesso, attualmente detenuto, in concorso con altri complici allo stato da identificare, avevano sfondato le vetrate dei negozi con l’utilizzo di tombini in ghisa prelevati dalla sede stradale asportando denaro, motoseghe, attrezzi lavoro e prosciutti per un danno compressivo di circa seimila euro, in parte coperti assicurazione.

 

 

30 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: