TEATRO LENDINARA (ROVIGO) Sul palcoscenico salgono gli studenti del laboratorio del liceo scientifico rodigino sabato 9 giugno alle 21 per la rassegna Il teatro siamo noi con La fattoria degli animali di Orwell

I giovani attori del Paleocapa alla prova del Ballarin

Tra ville e giardini 2018

“La Fattoria degli animali” tratto dal capolavoro di Orwell per la regia di Mattia Ciro Gonano è lo spettacolo che il laboratorio teatrale Paleocapa porta in scena sabato 9 giugno alle 21. Si chiude così la prima parte della rassegna Il teatro siamo noi del Ballarin di Lendinara (LEGGI ARTICOLO).  Gradita la prenotazione in biblioteca allo 0425 605667 il mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18 e sabato dalle 9.30 alle 12.30


Rovigo - Nella fattoria del signor Jones un bel giorno gli animali, stanchi della schiavitù, si ribellano, cacciano il loro padrone e conquistano la libertà. Questo è l’inizio de La fattoria degli animali di George Orwell, drammatizzazione a cura del laboratorio teatrale del liceo scientifico Paleocapa messa a punto assieme al regista Mattia Ciro Gonano. L’ultimo appuntamento de “Il teatro Ballarin con le scuole” del 9 giugno alle 21 al Ballarin di Lendinara, sezione della rassegna “Il teatro siamo noi”, si appresta ad essere piena di suspance perché l’inaspettata libertà degli animali nasconde delle insidie, e anche quando tutto sembra finalmente girare per il verso giusto, la voglia di comandare di qualcuno rimetterà in discussione tutto quanto. Lo spettacolo del Paleocapa è stato molto apprezzato al debutto al festival Tra Scuole e Teatro.

Si tratta di una concezione di teatro ancora diversa rispetto alle proposte delle altre quattro scuole intervenute sul palco del Ballarin con le rappresentazioni dei rispettivi gruppi teatrali: la scuola Alberto Mario di Lendinara ha proposto uno spettacolo di teatro educazione (LEGGI ARTICOLO), teatro di figura per le medie Parenzo di Rovigo (LEGGI ARTICOLO), teatro commedia vera e propria per il gruppo del Primo Levi di Badia Polesine (LEGGI ARTICOLO), teatro d’attualità per la scuola Goldoni di Ceregnano (LEGGI ARTICOLO) e ora teatro come scuola di cittadinanza.

“Lo scopo del teatro, da quando è nato ad oggi, è stato ed è di reggere, per così dire, lo specchio alla natura. Questa battuta - spiega il regista Gonano - riassume il pensiero fondamentale, in cui ho sempre creduto, del teatro come arte indispensabile per la costruzione dell’uomo, sia da un punto di vista individuale e ancor più dal punto di vista sociale, come scuola di cittadinanza”. 

Gli interpreti sono tutti studenti del Paleocapa: Tommaso Argenti, Aurora Manuela Bandinelli Rigobello, Chiara Boccato, Rachida Bouyslouhne, Nicolò Brusaferro, Caterina Caserta, Edoardo Degan, Alice Galozzi, Alice Fogagnolo, Leontina Molla, Greta Munaro, Ekene Nwankwo, Chiara Panin, Tommaso Pistillo, Katrin Roselli, Enrico Stocco, Marco Stocco, Francesca Elena Strat. Scenografie e musiche sono a cura del gruppo teatrale.

L’obiettivo della rassegna del Ballarin è di coinvolgere e rendere protagonisti i giovani e giovanissimi nel fare e vedere il teatro, “La magia del teatro si apprezza facendo teatro e frequentandolo come protagonisti o spettatori - spiega Irene Lissandrin presidente del Comitato del Teatro Ballarin che ha ideato e organizzato la rassegna assieme all’associazione teatrale La tartaruga - per questo abbiamo voluto offrire un palcoscenico di prestigio a quelli che riteniamo i migliori gruppi teatrali scolastici dei dintorni””. 

Il gruppo teatrale del Paleocapa infatti è tra i più anziani della provincia, costituito dall’anno scolastico 1991-’92 “dall’idea di alcuni docenti, - come spiega la docente coordinatrice Rosanna Beccari - di promuovere negli studenti l’interesse per il teatro e farli avvicinare ad esso, convinti dell’alto valore didattico e formativo che assume per l’adolescente la pratica teatrale”. Nella sua lunga tradizione il gruppo teatrale Paleocapa ha conseguito diversi premi e riconoscimenti.Un progetto, quello de Il teatro siamo noi, sostenuto dal Comune di Lendinara, grazie al sindaco col referato alla cultura Luigi Viaro, la Regione Veneto, e la il supporto di RovigoBanca e Rotary club Altopolesine.

L’ingresso agli spettacoli de “Il teatro Ballarin con le scuole” è sempre libero, gradita la prenotazione in biblioteca allo 0425 605667 il mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18 e sabato dalle 9.30 alle 12.30.

6 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: