POLITICA ROVIGO Nadia Romeo e Tosca Malagugini del Pd attaccano l’amministrazione guidata dal sindaco Massimo Bergamin per non aver saputo gestire la partita del bando periferie che prevedeva la riqualificazione dell’ex Maddalena

"13,5 milioni di euro e non investirli bene"

TedxRovigo
Il nuovo progetto che verrà presentato per il bando periferie da 13,5 milioni di euro non valorizza la città secondo Nadia Romeo, consigliere comunale del Pd, e Tosca Malagugini, coordinatrice comunale, che spiegano come “chiamare la gente ad occupare lo stabile sia istigazione a delinquere"

Rovigo - “La vicenda del Maddalena è la ciliegina sulla torta di come l’amministrazione ha gestito in questi anni la città. E’ meglio che la maggioranza si dimetta”. 

Sono le parole di Nadia Romeo, consigliere comunale del Partito democratico di Rovigo e di Tosca Malagugini coordinatrice comunale che hanno deciso di intervenire sulla vicenda del recupero dell’ex ospedale Maddalena che ha visto una rimodulazione dove non è compreso l’ex sanatorio (LEGGI ARTICOLO). 

E’ indubbio che il sindaco che dichiara di sentirsi vittima di una estorsione sia in realtà il responsabile di quello che è successo. - sottolinea Malagugini - Sotto il profilo politico è indecente. Se non bastasse sarebbe da denunciare per istigazione a delinquere in quanto istigare la città ad occupare spazi di un privato non è certamente un comportamento da primo cittadino. Ora c’è anche l’ombra di una causa contro il Comune, una ipotesi che non sarebbe mai successa se si fosse deciso di percorrere altre strade come quella proposta dal Pd ovvero la riqualificazione dell’ex scalo merci. Chiedere le dimissioni è poco, si devono dimettere in massa, non è la sola brutta figura di sindaco e maggioranza”.

“Ritengo che quello che sta accadendo non possa non avere conseguenze e lasciare silente la città – aggiunge Nadia Romeo – Avere 13,5 milioni di euro non è cosa da tutti i giorni e invece noi quasi quasi abbiamo una causa dove rispondere perché non li abbiamo usati. Le risorse ci sono ma non vengono mai programmate bene e questa è la dimostrazione dell’ennesimo flop dell’amministrazione che ha mancato di rispettare il progetto ed inoltre è stata incapace di trovare una mediazione tra le parti”. 

Per Romeo è incredibile che si riescano ad investire 13,5 milioni di euro in ristrutturazioni che non hanno valore, “c’erano altri progetti e ci sono tante altre aree degradate in città da poter riqualificare come ad esempio l’ex Caserma Silvestri. Invece questa ‘pezza’ che ha deciso l’amministrazione non porterà alcun valore alla città. Rovigo sta decadendo piano piano”. 

8 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018