VIABILITÀ OCCHIOBELLO (ROVIGO) Lunedì 11 giugno dalle prime ore del mattino sarà a disposizione il natante che collega le due sponde sul grande fiume: quella polesana a quella ferrarese

Traghetto per attraversare il Po, lunedì alle 5 la prima chiamata

Un traghetto ‘a chiamata’ che potrà imbarcare dieci passeggeri e cinque biciclette sarà da lunedì 11 giugno a disposizione di cittadini di Occhiobello e Ferrara con un orario sperimentale dalle 5 alle 23  

Occhiobello (Ro) - Sarà in partenza alle 5 del mattino il traghetto per attraversare il Po. Da lunedì 11 giugno, il servizio via fiume affidato ai volontari della Canottieri Ferrara, farà la spola fra i due attracchi di fino alle 23. L’orario 5-23 sarà sperimentale per la prima settimana e poi, sulla base dei numeri dell’utenza, verrà valutata la forbice oraria delle settimane successive.

Il traghetto non avrà orari di corse predefinite in quanto, data la vicinanza delle due sponde e la velocità di attraversamento (poco più di un minuto), sarà visibile e, per così dire, ‘a chiamata’.

Il servizio nasce per fare fronte alle richieste dei cittadini che non possono più attraversare a piedi o in bicicletta il ponte e che potranno trovare nel natante una valida e gratuita alternativa ai mezzi pubblici. Il servizio nautico può imbarcare dieci passeggeri e cinque biciclette per i quali sono stati adeguati i due attracchi, in particolare quello ferrarese, dove una nuova passerella zincata e un percorso lungo la banchina arginale condurranno in sicurezza sulla sommità e da lì in via Padova.

“Senza il sostegno economico dei privati non avremmo potuto realizzare questo servizio – spiega il sindaco Daniele Chiarioni - Eurovo, Occhiobello outlet village, Tecnoelettra ed Eredi Fantoni sono, al momento, le aziende che hanno creduto in questo nostro obiettivo che ha dovuto superare non pochi ostacoli, ma la partecipazione è ancora aperta ad altri imprenditori illuminati”.

“Partiamo con il massimo della disponibilità oraria da parte dei volontari della Canottieri ma anche della nostra Anc preposta alla sorveglianza dei passeggeri, non va dimenticata la collaborazione del circolo Vogatori e dell’Arci pesca nell’allestimento di tutte le opere”.
Il ‘varo’ del traghetto coincide, lunedì mattina alle 5, con l’inizio lavori del ponte e la chiusura totale dell’infrastruttura al traffico veicolare e ciclopedonale per i prossimi quattro mesi.
 
9 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: