COMUNE ROVIGO Il gruppo di maggioranza consiliare si confronta sulle dichiarazioni del primo cittadino Massimo Bergamin dell’ex ospedale Maddalena e del servizio scuolabus 

Il fallimento dell’ex Maddalena, la maggioranza litiga perché tre consiglieri hanno criticato il sindaco

TedxRovigo

Maggioranza compatta nonostante in queste ultime settimane le “critiche” da parte di alcuni consiglieri si fossero fatte sentire sul tema dell’ex ospedale Maddalena e del taglio dello scuolabus


Rovigo - Toni accesi per qualche momento nella serata di martedì 12 giugno tra le mura di Palazzo Nodari. Si è infatti tenuta una riunione di maggioranza dalle 21 a mezzanotte nella quale si è parlato dei temi caldi di questo ultimo periodo che hanno visto l’amministrazione coinvolta e “bacchettata da alcuni consiglieri di maggioranza”. 

In primis la questione dell’ex ospedale Maddalena che non verrà più riqualificato. Il problema sembra però non essere stato il nuovo progetto rivisto senza il recupero dello stabile degradato che è stato presentato al Ministero (LEGGI ARTICOLO), ma le dichiarazioni dei tre consiglieri del gruppo Obiettivo Rovigo i quali hanno manifestato le loro perplessità sulle dichiarazioni del sindaco che invitava i cittadini ad “occupare” il Maddalena, il primo cittadino non avrebbe apprezzato la loro differenza di vedute (LEGGI ARTICOLO). “Ognuno ha il suo pensiero sul comportamento adottato dal sindaco, ma ciò non toglie il fatto che la maggioranza è compatta e comunque condivide il progetto” sostiene Paolo Avezzù. 

Altro tema sollevato è stato quello del servizio scuolabus, anche questo contestato dal gruppo Obiettivo Rovigo (LEGGI ARTICOLO) e dai due consiglieri della Lega Fabio Benetti e Matteo Zanotto (LEGGI ARTICOLO), dove l’amministrazione si riserverà di trovare delle soluzioni (LEGGI ARTICOLO). 

 

13 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018