ISTRUZIONE ROVIGO Il liceo Bocchi di Adria e l’istituto De Amicis di Rovigo sono i due istituti superiori della provincia a ricevere il riconoscimento dalla Camera di commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare per i migliori lavori realizzati 

Due scuole polesane premiate per le storie di alternanza 

Tra ville e giardini 2018
Il liceo linguistico Bocchi Galilei di Adria per il percorso di alternanza realizzato in collaborazione con il Museo Archeologico della città e l’istituto De Amicis di Rovigo per aver sviluppato durante le ore di alternanza un’App che permette di ordinare la merenda della ricreazione: questi i motivi che hanno spinto la Camera di commercio a premiare i due istituti superiori assieme ad altri tre veneziani 

Rovigo - Ci sono il liceo Bocchi di Adria e l’istituto De Amicis di Rovigo tra i cinque istituti d’istruzione superiore della città metropolitana di Venezia e della provincia di Rovigo che sono stati premiati dalla Camera di commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare per i migliori percorsi di alternanza scuola lavoro realizzati durante l’ultimo anno scolastico.

Il primo classificato tra la categoria licei è il liceo delle scienze umane dell’istituto Veronese Marconi di Chioggia, che ha ricevuto un riconoscimento in denaro di 1.000 euro per il miglior percorso e racconto di alternanza realizzato in ambito socio-educativo. Il liceo classico dell’istituto veronese Marconi ha vinto il secondo premio del valore di 750 euro con un progetto di ricerca e recupero di materiale fotografico storico sulla città di Chioggia in collaborazione con la Fondazione Clodiense. Il terzo classificato il liceo linguistico Bocchi Galilei di Adria ha ricevuto un riconoscimento di 500 euro per il percorso di alternanza realizzato in collaborazione con il Museo Archeologico della città.

Tra le categorie degli istituti tecnici il primo classificato è l’istituto De Amicis di Rovigo, che ha vinto il premio di 1000 euro per aver sviluppato durante le ore di alternanza un’App che permette di ordinare la merenda della ricreazione. L’Itt San Marco di Venezia ha invece ricevuto il secondo premio del valore di 750 euro per l’attività di grafica e comunicazione svolta nell’ambito del progetto Tutta un’altra Asl della Fondazione di Venezia.

“Il Premio storie di alternanza nasce con il duplice obiettivo di monitorare da un lato la qualità dei percorsi realizzati sul territorio e dall’altro incentivarne di nuovi attraverso un riconoscimento diretto agli studenti - dichiara Siro Martin, vicepresidente Cciaa Delta Lagunare - Le storie di alternanza fin’ora esaminate tracciano un quadro della situazione abbastanza positivo, ma da affinare e potenziare. È importante che gli studenti in alternanza entrino sempre più in contatto con le imprese e tocchino con mano il mondo del lavoro. Per questo anche per il prossimo anno promuoveremo i bandi per l’erogazione di voucher a favore delle aziende che ospitano i ragazzi in alternanza e progetti in sinergia con il sistema scolastico e le categorie economiche del territorio”.

Nel corso dell’anno scolastico appena concluso l’ente camerale ha lavorato in sinergia con le associazioni di categoria per promuovere l’iscrizione delle imprese al Registro nazionale dell’alternanza scuola lavoro, da gennaio a oggi sono circa 200 le aziende iscritte. Dal lato studenti, l’ente ha invece ospitato 29 studenti in alternanza e promosso un ciclo di giornate formative per integrare le loro conoscenze con quelle del mondo imprenditoriale. Circa 800 studenti hanno partecipato agli incontri sulle tematiche del mondo del lavoro, tenuti da docenti esterni ed interni al sistema camerale e supportati, da testimonianze attive di imprenditori, associazioni datoriali, liberi professionisti e autorità pubbliche, quali ad esempio il Comando della Guardia di finanza di Venezia.


 
18 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: