LAVORO ROVIGO Federica Franceschi e Mauro Baldi, legale e sindacalista della Cgil, spiegano come ci siano tanti altri strumenti per evitare i voucher in agricoltura

Voucher della discordia 

"I lavoratori agricoli vanno tutelati" secondo Federica Franceschi e Mauro Baldi che commentano le dichiarazioni di Confagricoltura che afferma di avere difficoltà con i voucher


Rovigo - “Il problema degli imprenditori agricoli non sono i voucher, ma il costo orario di pagamento dei lavoratori”. 
E’ il pensiero di Federica Franceschi, responsabile dell’ufficio legale della Cgil, e Mauro Baldi della Flai agricoltura, in merito all’allarme lanciato da Confagricoltura nel reperire manodopera ed anche l’abolizione dei voucher. Proprio la scorsa settimana Confagricoltura ha reso noto la necessità di reperire 300 persone interessate alla raccolta di mele e pere (LEGGI ARTICOLO). 

“Vogliamo far capire agli imprenditori agricoli che anche in agricoltura non ci sono problemi a fare un contratto. Quella che l’utilizzo dei voucher sia complicato sembra più una strumentalizzazione, perché in sostanza è il come vogliono assumere ed il costo dei lavoratori il vero loro problema”.
Secondo dati Inps nel 2017 di 6200 lavoratori agricoli pagati con il voucher 4000 erano stranieri e 2200 italiani, “probabilmente a dimostrazione del problematico rapporto tra datore di lavoro e lavoratore con lo strumento di pagamento del voucher".

“Serve fornire le giuste informazioni - concludono i due rappresentanti della Cigl - affinché vengano date le giuste garanzie ai lavoratori”. I due interlocutori si rendono disponibili per tutte le domande del caso.


 
26 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: