POLITICHE GIOVANILI COSTA DI ROVIGO L’amministrazione comunale è comune capofila di “Giovani a bottega” che prevede di coinvolgere le nuove generazioni nel mondo culturale, il progetto è all’interno del piano d’intervento approvato e cofinanziato dalla Re

Tradizione, talento e trasmissione dei saperi. Cinque comuni fanno squadra per i giovani 

TedxRovigo
Parteciperanno ai workshops formativi di fotografia, webmarketing e storytelling sulle aziende di eccellenza di Costa di Rovigo, Lusia, Pincara, San Bellino e Villanova del Ghebbo i giovani dai 15 ai 29 anni nel progetto “Giovani a bottega”

Costa di Rovigo - Prosegue l’impegno e l’attività del Comune di Costa di Rovigo a favore dei giovani. L’amministrazione comunale è infatti Comune capofila per il progetto “Giovani a Bottega”, inserito nel piano d’intervento territoriale per le politiche giovanili, recentemente approvato e cofinanziato dalla Regione del Veneto.
Al progetto partecipano i Comuni di Costa di Rovigo, Lusia, Pincara, San Bellino e Villanova del Ghebbo con quattro obiettivi: valorizzare il patrimonio culturale costituito dalle conoscenze, dalla storia e dalle tradizioni locali; promuovere l’incontro e lo scambio tra generazioni in una prospettiva di sviluppo di comunità; motivare i giovani al riconoscersi nel territorio di provenienza e a raccoglierne l’eredità culturale; favorire la possibilità di occupazione dei giovani attraverso lo sviluppo delle competenze individuali.

Le rispettive amministrazioni comunali stanno definendo gli ultimi dettagli per dare il via al progetto “Giovani a bottega” e nelle prossime settimane uscirà una call pubblica aperta ai giovani dai 15 ai 29 anni per partecipare ai workshops formativi di fotografia, webmarketing e storytelling, al fine di creare una redazione che promuoverà le successive azioni del progetto.

Ciascun territorio coinvolto si caratterizza per una specifica peculiarità, che gli ha permesso di costruirsi negli anni un’identità sociale, culturale ed economica propria che li ha portati a distinguersi quali eccellenze a livello nazionale e non solo. Lusia con il settore ortofrutticolo, Pincara con la preparazione di distillati, liquori e infusi, Villanova del Ghebbo con il distretto della calzatura, San Bellino con la lavorazione artistica del vetro, Costa di Rovigo con il museo etnografico, la biblioteca comunale, le iniziative culturali e le tradizioni locali, fanno di questo angolo del Polesine uno scrigno di tesori da valorizzare, ognuno strettamente legato ad un sapere di cui spesso sono i più anziani ad esserne i depositari.

“Giovani a Bottega” nasce proprio dall’intento di coinvolgere le nuove generazioni in un percorso di scoperta del patrimonio delle risorse culturali, delle abilità e competenze dei maestri del lavoro e delle storie e relazioni generate dal rapporto tra mestieri e territorio. Dagli incontri con i maestri del lavoro e dalle opportunità di sperimentazione dei mestieri attraverso workshop e attività di stage si offrirà una concreta opportunità di formazione e orientamento professionale ai giovani.

I cinque Comuni si attiveranno, grazie anche alla gestione tecnica della cooperativa sociale Il Raggio Verde, per creare un laboratorio aperto alla comunità in cui i giovani potranno guardare la propria terra non come un luogo da cui partire, ma come uno spazio d’azione nel quale mettere a frutto i propri talenti e scoprire dentro e attorno a sé nuove risorse, conoscenze e abilità.
“E’ importante avviare iniziative di incontro e formazione per i giovani – riferisce il sindaco Antonio Bombonato – e per questo abbiamo accolto con entusiasmo l’idea di avviare un nuovo progetto con più amministrazioni comunali, che per caratteristiche e modalità di svolgimento rappresenta una vera e propria sperimentazione innovativa nell’ambito delle Politiche Giovanili”.

“Il Comune di Costa di Rovigo – ricorda inoltre il sindaco Antonio Bombonato – è altresì ente titolare dell’intero Piano di intervento per le politiche giovanili del comitato dei sindaci Distretto Rovigo, denominato ‘Giovani Partecip-attivi’, che comprende, oltre al nostro progetto ‘Giovani a Bottega’, due ulteriori progettualità presentate dai Comuni di Lendinara e Castelmassa, con i quali abbiamo recentemente sottoscritto un accordo di programma per la definizione delle modalità attuative del Piano d’Intervento per le politiche giovanili”.
 
6 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018