TRIBUNALE ROVIGO Antonio Susa è stato scagionato dalla pesante accusa dopo che 7 anni fa una sua paziente era morta

Assolto il chirurgo accusato di omicidio colposo

Baccaglini VW locator

Nel 2012 l'infermiera L. B., operata nel 2011 nella casa di cura Santa Maria Maddalena era morta. Il professionista era stato accusato di aver causato una perforazione nella zone dell'intestino



Occhiobello (Ro) - E' stato assolto con formula piena Antonio Susa, il chirurgo imputato per omicidio colposo quando lavorava alla casa di cura Santa Maria Maddalena di Occhiobello. 

I fatti risalgono al 2012, quando morì L. B.: la donna, 57 anni, infermiera di Argenta (Fe) che però era stata operata nel 2011 dal chirurgo che, secondo l'accusa, avrebbe causato una perforazione nella zona dell'intestino. Oggi, lunedì 9 luglio, è arrivata la sentenza del tribunale di Rovigo che scagiona completamente Susa, oggi in pensione. 

9 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento