CULTURA LENDINARA (ROVIGO) L’archivio del celebre critico d’arte, custodito nella Cittadella della cultura, è stato la fonte degli studi di laurea all’università veneziana di Ca’ Foscari di Arianna Ferraretto e Rocco Balsamo

Due tesi di laurea magistrale sugli scritti di Giuseppe Marchiori 

Confartigianato evento 21 novembre 2018
Hanno conseguito il massimo dei voti ed ottenuto anche il riconoscimento della lode i due giovani Arianna Ferraretto e Rocco Balsamo che hanno discusso le loro tesi su Giuseppe Marchiori dopo mesi di studio presso l’archivio a lui intitolato di Lendinara


Lendinara (Ro) - Lo scorso lunedì 2 luglio all’università veneziana di Ca’ Foscari sono state discusse due tesi di laurea magistrale frutto di mesi di studio presso l’archivio Giuseppe Marchiori di Lendinara. 
Carteggi e cataloghi d’arte conservati nel fondo del noto critico d’arte sono stati infatti la fonte primaria per le ricerche di due laureandi: Arianna Ferraretto, la cui tesi era intitolata La “grande rivelazione” - Giuseppe Marchiori e l’arte astratta in Italia (1935-1975), è entrata nel vivo di una delle battaglie che più profondamente hanno segnato l’intero arco del suo impegno culturale; Rocco Balsamo, con il suo elaborato dal titolo Da Lendinara a Querceta - Giuseppe Marchiori e il marmo, si è invece occupato di indagare una stagione della piena maturità del critico particolarmente rivolta alla scultura contemporanea. 

Il ruolo di relatore di entrambe le tesi è stato ricoperto da Nico Stringa, docente di storia dell’arte contemporanea presso l’ateneo veneziano, che ha assegnato a Nicola Gasparetto, coordinatore della Cittadella della Cultura di Lendinara, l’incarico di correlatore per il supporto fornito agli studenti nel loro lavoro di ricerca e lo ha invitato a far parte della commissione di laurea. 

Le tesi sono state ampiamente apprezzate dalla commissione ed hanno permesso ad Arianna e Rocco di conseguire la laurea magistrale in Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici con il massimo dei voti ed il riconoscimento della lode. Alla cerimonia ha partecipato con grande coinvolgimento anche Francesca Zeggio, assessore della Città di Lendinara, a suggellare l’impegno dell’amministrazione nel voler rafforzare sempre più la partnership fra gli istituti culturali cittadini e i maggiori centri di ricerca della nostra regione.
Nei prossimi mesi sono previsti altri laureandi che per i loro progetti di ricerca approderanno all’archivio lendinarese, rafforzando ulteriormente il suo rilevante ruolo per gli studi sull’arte del Novecento. 
 
9 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento