EVENTI PADOVA Nel trentennale della scomparsa dell'ingegnere Pietro Taruffi si terrà sabato 14 luglio la Special edition al Golf club della Montecchia

Auto e golf per la leggendaria Volpe argentata 

L'edizione 2017: Barbara Merlin, Riccardo Patrese, Beppe Dossena, Prisca Taruffi, Costantino Rocca, Miki Biasion, Pierluigi Martini e Gianni Morbidelli
Prisca Taruffi accanto a un modello in gara nel Concorso Eleganza dell'edizione 2017
Tra ville e giardini 2018
Una gara di golf ed un concorso di Eleganza per auto storiche: questo succederà sabato 14 luglio la Special edition della Volpe Argentata in ricordo dell'ingegnere Pietro Taruffi, vincitore di tutte le corse su strada più famose al mondo. Nell’occasione arriveranno  molti personaggi del mondo dello sport e grandi professionisti di golf e si potrà ammirare in anteprima il famoso Bisiluro Gilera, il prototipo da record, ideato e progettato dallo stesso Pietro Taruffi nel garage-officina di casa

Padova - Nel trentennale della scomparsa dell'ingegnere Pietro Taruffi (1906-1988), indimenticato campione dell'automobilismo del dopoguerra, la figura di questo leggendario personaggio sarà ricordata con uno speciale evento in calendario sabato 14 luglio che unirà auto e golf. 

Dopo il successo della prima edizione de “La Volpe Argentata”, disputata lo scorso anno, sarà ancora il Golf club Della Montecchia, a due passi da Padova, a ospitare questa manifestazione promossa e organizzata da Prisca Taruffi, figlia di Pietro, in partnership con Play Golf54, la società cui fanno capo, oltre al circolo Della Montecchia, anche il Golf Club Frassanelle il Galzignano Terme Course. L’evento avrà il patrocinio del Coni Nazionale, dell’Aci e dell’Aci Storico, con il sostegno di Giotto Sim, Santa Margherita Vini, Autoserenissima Jaguar che organizzerà dei drive test, West Coast, Artcurial, Diemme Caffè e Sara Assicurazioni, partner tecnico One Up. 

Il ricco programma della Volpe Argentata 2018, presentata recentemente anche durante la rievocazione della Milano – Sanremo, la gara automobilistica più antica d'Italia, prevede una gara di golf, formula Pro Am, con la presenza di molti personaggi del mondo dello sport e grandi professionisti di golf. Tra questi ci saranno anche il campione spagnolo Manuel Pinero, tra i migliori golfisti europei degli anni '80/'90 e giocatore di Ryder Cup, e Diana Luna, proette italiana di livello europeo. Assieme al torneo golfistico si svolgerà anche un concorso di Eleganza per auto storiche. 

L'edizione dello scorso anno, che ricordava il 60° anniversario della straordinaria vittoria di Pietro Taruffi nella Mille Miglia del 1957 al volante di una Ferrari, ha visto una nutrita partecipazione di piloti, atleti e appassionati di golf. Erano presenti, infatti, gli ex piloti di Formula Uno Riccardo Patrese e Pierluigi Martini, il cinque volte campione a Les Mans Emanuele Pirro, il campione di rally Miki Biasion, l’ex collaudatore Ferrari Gianni Morbidelli oltre ad appassionati delle quattro ruote come Claudia Peroni, Luigi Scarfiotti e Savina Confaloni. 

In gara c'erano altri personaggi del mondo dello sport come gli ex calciatori Beppe Dossena, grane centrocampista del Torino e dell'Italia, e l'ex nazionale svizzero Kubi Turkilmaz, nonché gli ex campioni dello sci Alessandra Merlin e Paolo De Chiesa e dell’atletica Genny Di Napoli, oltre a Costantino Rocca il campione più conosciuto del golf italiano. Nel concorso riservato alle auto storiche, con oltre 50 modelli in gara, la giuria composta da Stefano Chiminelli Presidente del Circolo Veneto Automoto d’Epoca “Giannino Marzotto”, da Emanuele Pirro, dal Presidente di Play Golf54 Paolo Casati, il designer di auto Gioachino Acampora, il giornalista Danilo Castellarin e la stessa Prisca Taruffi, selezionò come la più votata dal pubblico la Cisitalia D47 del 1948 di Corrado Lo Presto, auto che Pietro Taruffi guidò per il GP di Bari nel 1948 e con la quale vinse il Gp di Roma sul circuito di Caracalla nel 1947, mentre il premio per la “Best of Show” fu assegnato alla Maserati A6 CGS Berlinetta Pininfarina 1953 di Matteo Panini. Conosciuto come la “volpe argentata” per l’impareggiabile astuzia in gara e i precoci capelli bianchi, le abilità ingegneristiche e tecniche di Pietro Taruffi hanno cambiato il mondo dei motori e delle gare. Vincitore di tutte le corse su strada più famose al mondo, fu lo stradista più celebrato alla guida di Alfa Romeo, Lancia, Maserati, Mercedes e Ferrari. 

Quest'anno la Special Edition della Volpe Argentata proporrà l’esclusiva occasione di ammirare in anteprima il famoso Bisiluro Gilera, il prototipo da record, ideato e progettato dallo stesso Pietro Taruffi nel garage-officina di casa, con il quale ottenne numerosi record del mondo di velocità ancora imbattuti, tra i quali quello del chilometro lanciato sulla Fettuccia di Terracina nel 1951 raggiungendo i 313 km/h, con una media record sui due passaggi di 298,507 km/h.
Roberto Roversi
10 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: