POLITICA ROVIGO In queste righe Roberto Magaraggia, giornalista e rappresentante di Civica Rovigo, immagina di intervistare il Padreterno sul legame tra politica e fede cattolica e su come sia difficile coniugare il dire e il fare

Ai Falsis Fratibus ci penserà Dio

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Curiosa storiella scritta da Roberto Magaraggia, giornalista, di Civica Rovigo, ed ex presidente As2. Che immagina di riuscire ad intervistare Dio e di riuscire a porgli la domanda più sfrontata. “I Falsi Fratibus”, come li definì San Paolo, sono coloro che predicano bene ma razzolano male. In ogni caso, suggerisce l’intervistato, basterebbe leggere gli editoriali del settimanale diocesano per sapere come comportarsi 



ROVIGO - “Ho ancora vivo il ricordo e le parole di suor Marcellina, i suoi preziosi insegnamenti di catechismo all’asilo di Bagnolo di Po. Per farmi comprendere l’immensità di Dio, mi diceva che “...E’ in cielo, in terra e in ogni luogo...”. Pigro come sono, giorni fa, ne ho approfittato. Seduto sul divano di casa ho avuto, con Lui, un "colloquio-autorizzato-intervista”. Dopo alcune domande, strettamente personali, Ha risposto a quella forse più sfrontata, facendomi capire che mi ama, mi perdona e mi comprende, sul nostro Vescovo. 

Gli ho infatti chiesto perché non richiamava i fedeli polesani e rodigini impegnati in politica a essere coerenti con quanto professano, appurato che non coincide col loro comportamento. 

“Non pensare - mi ha risposto - che l’Apostolo che vi ho inviato dalla vicina Vicenza, possa confrontarsi e confondersi con la politica e i politici locali. Non fa parte del ruolo assegnatogli quale sorvegliante della chiesa e dei suoi ministri. Sarebbe però sufficiente che i politici che si professano cristiani, cattolici, per comportarsi coerentemente leggessero almeno gli ultimi due editoriali del settimanale cattolico “La Settimana”, a firma del direttore monsignor Bruno Cappato, titolati “Il Valore della Persona” e “ Un Tempo Confuso”, per avere una guida. 

Però, prima di terminare la nostra conversazione, voglio evidenziarti una raffinatezza del tuo vescovo, che non so se tu e i tuoi concittadini abbiate pienamente compreso. Pierantonio Pavanello ha intelligentemente sfoderato l’arma più efficace, attraverso la Parola. Anche per l’amministrazione cittadina e il tuo sindaco che ogni tanto vedo agitarsi Quassù su qualche mia televisione, il vescovo ha indicato che dovete affidarvi a un atto di Speranza, di Fede e di Fiducia: dovete pregare, pregare, pregare”. 

Padre Nostro, sento che ci sono milioni di persone in attesa che desiderano ricevere, come me, una parola. Non vorrei approfittarne! Grazie ancora! Una ultimissima domanda: come giudicherà quei consiglieri comunali o assessori che si dichiarano solo a parole “cristiani, cattolici”, quelli che san Paolo identificava come 'Falsis Fratibus’?  

“Non arrogarti compiti che non hai, limitati a usare la tua penna come fustigatore del pensiero. Sarò Io che, se e quando si presenteranno sulla soglia di casa mia, qui in Paradiso, valuterò e deciderò se la contromarca che hanno usato a Rovigheto, nel comportarsi da cristiani o da laici, secondo la loro personale convenienza, la riterrò valida per l’ingresso”.

 

Roberto Magaraggia 
Civica Rovigo

12 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Gavello convegno

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento