LENDINARA (ROVIGO) L'atto liturgico si è tenuto lo scorso 11 luglio nel santuario di Lendinara e ha richiamato molta gente. I due hanno preso il nome di don Amedeo e don Colombo

Folla per l'oblazione monastica di don Federico e don Andrea

Tra ville e giardini 2018

L'oblazione è l'atto liturgico-spirituale riconosciuto dalla chiesa, con il quale l'aspirante oblato, dopo un congruo periodo di formazione, fa l'offerta di sé stesso a Dio vincolandosi a una comunità benedettina



LENDINARA (RO) - Si è svolta lo scorso 11 luglio nel santuario di Lendinara l'oblazione monastica di don Federico che ha preso il nome di don Amedeo dal padre abate dom (titolo riservato ai monaci benedettini e, in passato, a tutti gli ecclesiastici) Amedeo Savoj mentre don Andrea ha preso il nome di don Colombo dal padre abate Celestino Colombo.

L'oblazione è l'atto liturgico-spirituale riconosciuto dalla chiesa, con il quale l'aspirante oblato, dopo un congruo periodo di formazione, fa l'offerta di sé stesso a Dio vincolandosi a una comunità benedettina.

E' stata una cerimonia solenne con molte persone ad assistere al rito per due nomi importanti che vogliono rinnovare le figure dei due padri abati all'interno della comunità che così potrà anche ricordarli e quindi rivalutarli riscoprendo il loro servizio reso alla comunità.

Hanno posto la loro firma e il loro giuramento con la sottoscrizione di dom Luca Boldrin per dom Alessandro, di don Daniele Bragante per don Andrea ora dom Colombo e don Guido Lucchiari per dom Federico ora dom Amedeo e tutti e tre i giuramenti sono stati siglati dal padre abate Christopher Zielinski e messi sotto la tovaglia dell'altare.

13 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: