AMBIENTE OCCHIOBELLO (ROVIGO) Il 23 luglio parte la disinfestazione come da suggerimento dell’Ulss 5 polesana dopo il caso di West Nile

Lotta alle zanzare e focolai, da lunedì 

Tra ville e giardini 2018
Intervento aereo adulticida e trattamento antilarvale: queste le operazioni messe in campo dall’amministrazione comunale dopo il caso di West Nile che ha colpito un cittadino di Santa Maria Maddalena. Ulteriori trattamenti saranno seguiti successivamente fino al cessato allarme che sarà comunicato dal dipartimento di prevenzione dell’Ulss 5


OCCHIOBELLO (RO) - “Dai controlli effettuati, non risultano focolai attivi sul nostro territorio, tuttavia daremo attuazione ai trattamenti suggeriti dall’Ulss 5, applicando il principio di precauzione”. Il sindaco di Occhiobello Daniele Chiarioni interviene a seguito della diagnosi di infezione da virus west nile a un residente di Santa Maria Maddalena (LEGGI ARTICOLO) e firma un’ordinanza urgente affinché sia compiuto il protocollo stabilito in questi casi.

A causa delle piogge attese tra sabato e domenica, la disinfestazione è prevista per lunedì 23 luglio: dalle 4 del mattino sarà eseguito l’intervento aereo adulticida da via Segni per un raggio di duecento metri (il perimetro dell’intervento sarà tra via del Cinema italiano, via Moretto, via Guttuso e via Eridania), i residenti dovranno chiudere le finestre durante le ore di esecuzione.

A seguire, sarà compiuto il trattamento antilarvale nei tombini pubblici per un raggio di cinquecento metri sempre a partire da via Segni. In caso di sospetti focolai o per la presenza di fossati adiacenti alle aree private, dovrà essere consentito l’eventuale accesso degli operatori (riconoscibili dal tesserino) della ditta Ise incaricata del servizio.

“La lotta preventiva ai fini della massima riduzione della popolazione e densità degli insetti continuerà a essere il nostro approccio - aggiunge il sindaco - rimane fondamentale la collaborazione dei cittadini per impedire lo sviluppo larvale gestendo correttamente le proprie aree domestiche, soprattutto in questi momenti è bene attenersi alle prescrizioni dell’ordinanza”.

In accordo con l’Ulss 5, ulteriori cicli di trattamento saranno effettuati in base all’andamento del dato epidemiologico e alle indicazioni del sistema di monitoraggio, con cadenza settimanale fino al cessato allarme che sarà comunicato dal dipartimento di prevenzione dell’Ulss 5. Sul sito del comune è consultabile l’ordinanza e il vademecum a cura dell’istituto zooprofilattico delle Venezie sul corretto uso dei repellenti cutanei.

 
20 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo