MOTORI ADRIA (ROVIGO) Domenica 29 luglio si è conclusa la quinta tappa del campionato italiano karting all’International Raceway

Gran finale con due gare spettacolari

Danny Carenini
Andrea Filaferro
Baccaglini VW locator

Conclusa nel migliore dei modi la quinta prova del campionato italiano. Nel secondo week end di settembre ci sarà un altro importante appuntamento con 250 piloti presenti sull’impianto


ADRIA (RO) - Domenica 29 luglio ha sancito il completamento della quinta prova tricolore. Nella gara 2 della X30 Junior si è imposto nuovamente Ludovico Edoardo Villa (TB Kart) ed anche il pilota della provincia di Venezia Mattia Ingolfo (KR) si è confermato al secondo posto come in gara 1. Da ricordare che le prime otto posizioni di gara 1 vengono invertite sulla griglia di partenza di gara 2 e pertanto il vincitore ha scalato 7 posizioni contro le 5 di Ingolfo. Anche il terzo posto ha riconfermato il pilota di gara 1, vale a dire Francesco Pulito (Top Kart). Il padovano Lorenzo Patrese (KR), figlio di Riccardo, partiva in seconda fila ma ha perso 2 posizioni ed ha terminato quinto. 

Formidabile la rimonta di Luca Bosco (Tony Kart) il quale, partito dall’ultima fila è risalito fino alla sesta posizione. Tutti i motori di questa categoria sono marca Iame. Nella gara 2 della X30 Senior, successo di Danny Carenini (Tony Kart), scattato dalla terza fila. Ha vinto davanti a Luigi Coluccio (Birel Art), partito ottavo in quanto a griglia invertita per le prime otto posizioni. Terzo gradino del podio per Lorenzo Ferrari (Parolin). Una posizione guadagnata dal bellunese Andrea Bristot (Tony Kart) giunto 12esimo; meglio ha fatto il trevigiano Vanzetto (Tony Kart) che ne ha scalate 6  ma partiva indietro ed ha chiuso 18esimo. Due posizioni guadagnate per l’altro trevigiano, Fabio Daminato, che ha concluso 23esimo. Come nella Junior, anche nella Senior della X30 i motori sono Iame. Gara 2 della Mini è stata davvero avvincente con una sfida che si è risolta all’ultima curva quando sembrava che le posizioni di vertice fossero peraltro definite. In realtà ha vinto Flavio Olivieri (Energy) che partiva primo perché era arrivato ottavo in gara 1, ma al comando sembrava farcela Coskun Irfan (Parolin), bruciato invece all’ultima curva. Terzo è arrivato il bulgaro Nikola Tsolov (Birel Art) che per buona parte della gara è stato “francobollato” dal friulano Andrea Filaferro (Birel Art), quarto nonostante fosse partito secondo, dalla prima fila; ma il suo motore è ancora in fase di sviluppo  quindi va bene così. In questa categoria, gran rimonta di Rafel Modonese (Parolin), 11esimo dopo avere rimontato 21 posizioni. 

Altra gara negativa per Brando Badoer (Parolin), che ha perso 7 posizioni terminando 30esimo. Non bene neanche il padovano Sebastiano Pavan (Parolin), che ha lasciato per strada 5 posizioni. Benino Giovanni Trentin (Parolin); il figlio del tre volte vincitore del trofeo rally su terra, il trevigiano Mauro, ha terminato 19esimo dopo essere scattato 24esimo. La Junior Rok è un’altra categoria monomarca con telaio libero e motore identico per tutti. In gara 2 ha avuto la meglio ancora il brasiliano Matheus Alvarenga Morgatto (Parolin) molto bravo nel risalire dall’ottava posizione. In scia è arrivato Paolo Ferrari (Parolin), terzo Connor Zilisch (Tony Kart), partito dalla seconda fila. Bella rimonta di Raffaele Gulizia (Tony Kart), scattato 22esimo e arrivato settimo dopo avere scalato 15 posizioni. Per quanto concerne la Senior Rok, ha vinto Cristian Comanducci (Tony Kart) ma uno degli eroi di giornata è stato Maciej Szyszko (Kosmic) che è risalito di 12 posizioni fino al secondo posto. Terzo Kacper Szczurek. Delli Guanti, vincitore di gara 1, è invece scivolato in fondo alla classifica. In gara 2 della 125 Master, stesse posizioni di gara 1 con vittoria di Francesco Serafini davanti a Rosolino Caralla e a Alfonso D’Eugenio, tutti su Birel Kart-BMB. 

Ecco poi gara 2 della Naskart (si corre con telaio Righetti Ridolfi e motore Modena). Ricordiamo che si tratta di una categoria riservata a ragazzi fino a 25 anni. Il vincitore disputerà una stagione con la Nascar nel 2019, del valore di 60 mila euro. Ha vinto il lombardo Alessandro Brigatti davanti a Moreno Di Silvestro, vincitore di gara 1 e terza piazza per Lapo Nencetti. Infine, l’ultima gara del programma del pomeriggio era riservata alla categoria Entry Level, della quale si è disputata la finale: ha vinto Christian Romeo davanti a Lorenzo Lanzara che partiva dalla pole; terzo Gino Rocchio. Staccato Kevin Battistoni. Ma per tutti conta il divertimento: stiamo parlando di bambini tra i 6 e gli 8 anni. Positivo il bilancio finale; ecco le parole di Mario Altoè, direttore dell’Adria Karting Raceway: “Direi che è filato tutto al meglio. L’impianto si è rivelato in tutta la sua importanza e validità tecnica. Ora ci prepariamo alla finale nazionale della serie Rok. Nel week end dell’8 e 9 settembre avremo in pista almeno 250 piloti. Sarà un altro evento molto emozionante per la disciplina del karting”.

 

 

29 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Ancora un podio, Castellani terzo in campionato

    MOTORI ROVIGO A Misano Francesco Castellani arriva secondo e termina il campionato terzo

  • A Cividale Mancin, secondo, ipoteca il Tivm

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, nell'appuntamento friulano, ritrova lo smalto dei tempi migliori, e chiude alle spalle del locale Grudina, incassando punti pesanti in ottica campionato

  • A Como Mondin si gioca l'intera stagione

    MOTORI ROVIGO L'ultimo e decisivo atto del campionato Italiano Wrc vedrà il pilota di Adria, alla guida della Citroen Saxo gruppo A, impegnato in uno scontro senza domani con Ivan Stival

  • Un augurio per la gara di Domenica 

    MOTORI PORTO VIRO (ROVIGO) Mirko Zappon pilota semiprofessionista classificatosi al primo posto nella Coppa Italia Velocità, categoria under 30, ricevuto in Comune

  • Il Sebino è un autentico calvario per Crosara

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Cavarzere, con al proprio fianco il polesano Luca Roccato, è protagonista di un weekend denso di problemi tecnici e fisici, alzando bandiera bianca sul finale

  • Un quarto posto che non soddisfa

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Cavarzere, affiancato dal bottrighese Tiziano Baldan, chiude ai piedi del podio, sulle rive del Lago d'Iseo, consapevole di non aver dato il massimo

  • Longhin al Sebino con il polesano Baldan

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Cavarzere, che per l'occasione sarà navigato dal bottrighese Tiziano Baldan, sarà della partita, con la consueta Peugeot 106, sulle rive del Lago d'Iseo

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento